Ricerca:
                                                                                                                                                                                                  In questo periodo I Simpson non sono trasmessi su nessun canale televisivo Italiano, visita sempre l'Hoemrata e iscriviti alla NewsLetter per restare sempre aggiornato.                                                                                                                                                                                                   
il cartone il film il cartoneil cartoneextras

HOMEPAGE > IL CARTONE > EPISODI CAPSULA

Capsula

Lisa ambientalista [CABF01]

Capsula dell'episodio

fiogf49gjkf0d
[Lo show di Krusty il Clown]
Krusty [contando al contrario sul suo orologio]: cinque, quattro, tre, due, uno! Il tempo a nostra disposizione è terminato. Arrivederci ragazzi! [Krusty ride] [I bambini gridano]
Annunciatore: 'Krusty il Clown' vi è offerto dalla nuova Gamestation 256: è un'anticchia più veloce ... al massimo!
Bart [guardando la TV]: 256? E io mi devo beccare quest'inutile 252? [Getta con un calcio la vecchia console nel caminetto, dove inizia a squagliarsi]
252: non mi distruggere! Posso ancora renderti felice ... al massimo!

[In cucina, Marge legge il giornale e Maggie è seduta nel suo seggiolino]
Marge: questa si che è bella: 'Camion di ketchup travolge chiosco di hamburger'! [ride e ritaglia l'articolo, dove c'è scritto anche 'Sei morti']
Bart [entrando in cucina]: mamma, posso avere 200 dollari per la Gamestation 256k? E poco più di un dollaro a cappa!
Marge: oh, forse posso aiutarti ... [prendendo la borsetta, ma tirando fuori un'armonica a bocca] ... con una canzone sul risparmio! [suona l'armonica]
Marge [cantando]: quando da un amico un penny ti fai dar / Non comprare una gomma da masticar / Mettilo nel berretto, mettilo nel berretto. / Quando trovi nella neve un nichelin, / Non sprecarlo per un filmin, / Mettilo nel berretto, mettilo nel berretto.
Bart: Ma non ho un berretto!
Marge [cantando]: se una monetina avvisti in cantina... [Bart si lamenta]

[In soggiorno, Bart prova a chiedere a Homer, che e' steso sul divano]
Homer: vuoi i soldi? Trovati un lavoro come il tuo vecchio.
Bart: beh, forse dovrei ...
Homer: ah, ti credi più furbo del tuo vecchio, eh?
Bart: forse!
Homer: mi piace il tuo atteggiamento. [tira fuori il portafoglio] Bhe, prendi quanto ti serve. [apre il portafoglio che è vuoto]

[Bart cammina sul marciapiede, quando nota un cartello che dice 'Cercasi aiutante' sul negozio di 'Coiffeur unisex di Jake'. Entra nel negozio e il cartello viene tolto. Più tardi, Bart butta con una paletta dei capelli nel cestino]
Jake: ottimo lavoro, ragazzo. Questi sono per te. [porge a Bart una busta da lettera]
Bart [apre la busta che è piena di capelli]: mi paga con i capelli?? Ma è matto?! [Jake sghignazza mentre Bart indietreggia impaurito fuori dal negozio]

[Bart continua a camminare sul marciapiede, passando davanti a un ristorante con l'insegna 'Buono da morire']
Bart: cacchio, mi serve un lavoro ...
Uomo del ristorante [uscendo fuori dal ristorante e con spiccato accento asiatico]: te serve lavoro? Io ci ha lavoro per te. [entrano nel ristorante] Tu prendi questi. [Dando a Bart una pila di volantini da attaccare alle maniglie delle porte] Mette menù su porte. [Si appende un menù al dito] Io cresco clienti. Manda figlia piccola a università scienze umanistiche, Swarthmore o Sarah Lawrence. Chiama professori per nome, ah ah, una bomba!
Bart: Mette su porte, afferrato.

[Bart cammina verso la porta di casa di Boe, fischiettando sta per appendere un menù alla porta]
Boe [apre la porta di scatto con in mano un coltello a serramanico]: hey, hey! Niente menù, o ti apro come una cozza e ti trincio il cervello, è chiaro?!

[Bart corre via dalla casa di Boe e va a gettare i suoi menù in un cassonetto, ma viene scoperto dall'uomo del ristorante]
Uomo del ristorante: traditore! [canticchiando] Tu traditore! Tu traditore!
Bart: mi dispiace!
Uomo del ristorante: ora mio ristorante fallisce. Figlia andare università di stato. Studenti seri impotenti contro football-crazia 'mbriacona. Berretti baseball in ogni sempre!
Bart: hey, questo lavoro è troppo pericoloso!
Uomo del ristorante: ragazzo-menù non essere codardo come gamberetto; ragazzo-menù tu essere audace, tu come gamberone. [Bart ha uno sguardo di sfida]

[Dentro al ristorante, il ristoratore allena Bart, che indossa un kimono. In sottofondo, musica orientale.]
Uomo del ristorante [parlando a bassa voce]: ragazzo-menù, tu deve muovere in silenzio come fantasma. Tu non lascia impronte, tu solo, solo menù thai. [porge a Bart dei menù] Hai!
[Bart corre verso un appendiabiti vuoto, infilandoci i menù]

[Nel palazzo del signor Burns, Bart, indossando una tuta nera da ninja, infila un menù nella maniglia della porta calandosi dal davanzale della finestra. Poi Bart torna sul davanzale. Burns apre la porta non trovando nessuno, tranne il menù sulla maniglia; lo appallottola furiosamente e lo getta via, poi schiaccia un pulsante con scritto 'i segugi'. I segugi escono fuori ringhiando, ma ognuno di loro ha un menù infilato nel collare. Nel corridoio di un grande palazzo, Bart esegue un salto alla Matrix e, correndo sulla parete, infila un menù nella maniglia di tutte le porte. In un salotto dove delle distinte signore stanno prendendo il the, Bart irrompe infilando i menù nelle dita delle signore impaurite.]

[Lisa passeggia sul marciapiede, disgustata dal fatto che ci sono menù ovunque]
Lisa: ah, che spreco! [In un tombino, nota un pesce intrappolato da un menù infilato nel collo]
Lisa: ecco fatto pesciolino! [liberando il pesce dal menù, che sorride e si tuffa nel tombino]

[Lisa trova Bart seduto sul divano in salotto, che canticchia e fa roteare un menù col dito indice]
Lisa: Bart, lo sai quanti alberi sono morti per stampare quei menù?
Bart: non lo so. Un milione?
Lisa: stai distruggendo la terra!
Bart: è vero, ma devo svoltare i bigliettoni, amo il vil denaro, sistrellina. [prende una copia di 'Fighetto e Veronica'] Ah, Betty.

[La famiglia Simpson fa un giro in macchina]
Marge: Bart, sei stato molto gentile ad invitare tutta la famiglia da Krusty.
Bart: hey, qualcuno di questa famiglia fa i fatti [tirando fuori un rotolo di dollari], e altri i disfatti. [guardando Lisa]
Lisa [puntando l'indice verso Bart]: io non ti permetto ... [Bart infila un menù nell'indice di Lisa]
Homer: beccatevi questo, i moralismi di Lisa! [Homer, Bart e Marge ridono]

[I Simpson arrivano al Krusty Burger ed escono fuori dalla macchina]
Marge: oh che carino! Ragazzi, guardate cosa c'è sul tetto! [Sul tetto ci sono delle persone vestite da mucche]
Homer: sapevo che sarebbe arrivato questo giorno. Quelle mucche pazze si riprendono quello che era loro!
Lisa: no, credo che siano dei dimostranti.

[Arriva una limousine, e Krusty ne esce fuori]
Krusty: Hey, ci sono davvero mucche sul tetto! Pensavo che il mio cercapersone fosse guasto. [una fila di clowns inizia ad uscire dalla macchina] Tornate dentro! E' buffo solo con una macchina piccola. [i clowns tornano nella macchina]

[Le mucche dimostranti srotolano uno striscione sopra al Krusty Burger con su scritto 'Krusty Burger = Assassino della terra'. La polizia arriva]
Mucche [in coro]: abbasso il Clown! Abbasso il Clown! Abbasso il Clown!
Krusty: ascoltate, sono dalla vostra parte. Instauriamo un dialogo. [parlando ai poliziotti:] Fate fuori mamma mucca, le altre seguiranno. [i poliziotti caricano le armi]
Mucca: la tua cooperativa abbatte la foresta pluviale per creare pascoli per bovini!
Krusty: ah, che diamine! Dammi quel coso! [prende il fucile di Eddie ed inizia a sparare]
[anche Lou inizia a sparare]
Lisa: no! Non potete!
Winchester: statte buono, piccirì. Spariamo solo sacchetti di sale.
Mucca: non si può mettere a tacere la verità con sacchetti di sale! Ahh! [colpito, casca dal tetto e atterra su una montagna di sacchetti di sale]
Winchester [parlando a Lou che imbraccia un bazooka]: ottimo lavoro col sal-zooka!
Lou: l'amore fa questo.

[Lisa corre verso la mucca precipitata dal tetto]
Lisa: oh! Ti sei fatto male?
Mucca [togliendosi la maschera dalla testa]: mi è successo di peggio. [Lisa rimane affascinata] A New Orleans ci hanno annaffiati col Tabasco.
Lisa [affascinata]: oh, sei così eroico!
Winchester: va bene, cow-boy, ci facciamo una bella chiacchierata al tribunale muu-nicipale. [ammanettandolo]
Lou: eh! Bella questa commissà!
Winchester: e pecchè? Che agg' dett'?
Marge: è incredibile che sia così giovane, sarebbe carino se non fosse troppo idealista!
[La mucca viene portata su una macchina della polizia. Sorride a Lisa dal finestrino, che ricambia il sorriso incantata]
Homer [nella limousine di Krusty, suona il clacson]: regard, Marge! Sono su una limousine! I Simpson vanno a Parigi, gìgì!

[I Simpson sono nel salotto, guardando il telegiornale]
Kent: oggi, il gruppo eco-radical, Consulamos Lumus, ha inscenato una coraggiosa protesta da Krusty Burger. Krusty il Clown ha fatto la seguente dichiarazione: 'Questa è una rogna in più.' [un filmato mostra l'uomo che in precedenza era travestito da mucca mentre gli vengono prese le impronte digitali] Il gruppo è capeggiato da un giovanissimo attivista, Jessy Grass, l'uomo dei nostri sogni, i qui Birken stock sono in rialzo. [Lisa sospira]
Homer: uh! Che palline! [cambiando canale] Ah, la Luftwaffe, le super schiappe dell'aviazione mondiale.
Lisa: papà, rimetti dov'era!
Marge: sì, quello è il ragazzo che piace a Lisa.
Lisa: non è vero!
Bart [cantilenando]: Lisa e Jessy si prendono le mani, si baciano fino a domani, sbaciù!
Lisa: zitto!
Homer: prima viene l'amor, poi viene ... umh ... cacchiotto la sapevo!

[Lisa arriva in bicicletta alla stazione di polizia per visitare Jessy]
Lisa: vorrei visitare un detenuto.
Winchester: sì fa pure.
Lisa: ma lei non viene con me?
Winchester: mi tirano già parecchia carta igienica incendiaria a casa.

[Lisa entra nel corridoio delle celle, mentre cammina verso la cella di Jessy un detenuto lancia un rotolo di carta igienica in fiamme gridando 'Bomba in trincea!'. Lisa trova la cella di Jessy, dove lui sta' seduto con le gambe dietro la testa]
Lisa: Jessy! Che fai yoga?
Jessy: sì, ho cominciato prima che diventasse una moda.
Lisa: mi chiamo Lisa Simpson, secondo me la tua protesta è stata davvero coraggiosa.
Jessy: grazie, questo pianeta ha bisogno di tutti gli amici possibili.
Lisa: oh, la terra è il massimo! Per questo sono vegetariana.
Jessy: beh, questo è un inizio.
Lisa: beh, vorrei diventare vegetariana integrale.
Jessy [ridendo]: io lo sono al quinto livello: non mangio nulla che proietti ombre.
Lisa: che luce! A casa ho iniziato la raccolta di composti organici.
Jessy: soltanto in casa? Perchè non le tieni anche in tasca? [porge a Lisa una manciata di composto organico tirata fuori dalla tasca]
Lisa: oh! E così decomposto! Posso far parte di Consulamus Lumus?
Jenny: oh, vediamo ... potresti entrare come simpatizzante, all'inizio.
Lisa: oh, grazie, grazie!

[E' sera, Homer lascia Lisa a un meeting di Consulamus Lumus]
Homer: divertiti al tuo hippie club.
Lisa: puoi venire anche tu se vuoi.
Homer: no, piccirella, a me piace salvare l'ambiente a modo mio. [sgommando con la macchina in cerchio] Mmm... ciambelle!

[Lisa entra nella stanza del meeting, dove Jessy sta facendo un annuncio.]
Jessy: sono felice di annunciare che siamo riusciti a bloccare la parata della festa di San Patrizio, che ogni anno calpesta numerose lucertole. [Il pubblico esulta] Aspettate a festeggiare. Ieri sera il sindaco ha tenuto un asta segreta di alberi. [Mette in play il videoregistratore]

[Nel nastro si vede il sindaco Quimby che presiede un'asta]
Quimby: quanto offrite per i diritti di abbattimento della sequoia più vecchia di Springfield?
Uomo: trentamila dollari, per fare gabbie per animali da sperimentazione.
Uomo del ristorante: cinquantamila per fare miei menù. Figlia aspetta entrare università a Bennington.
Texano: centomila bigliettoni per costruire il primo portasigari drive-in del mondo.
Quimby: venduto al ricco texano!
Texano [correndo sul palco e ballando]: yee-ha! Yippi-i-ki-yi-yay! [ecc.]

[Jessy ferma il video]
Jessy: grazie a Caleb per la cassetta. Come sei entrato con la videocamera?
Caleb [con un grosso cappello in testa]: ho i miei mezzi. [toccando un pacco regalo con un obbiettivo che sbuca fuori]
Jessy: non possono abbattere quella sequoia se uno di noi ci vive sopra. C'è qualche volontario?
[molte persone si offrono volontarie alzando il braccio]
Jessy: calma, calma! Una volta lassù non si può più scendere, nè per un concerto degli U2, nè per un raduno di ecologisti. [Le persone abbassano le braccia e si zittiscono] Beh, qualcuno sentirà la chiamata ... e chiunque lo farà, un posto nel mio cuore avrà.
[Lisa annuisce e sospira incantata]

[I Simpson, tranne Lisa, stanno mangiando in cucina]
Homer [vedendo sul giornale una foto di profughi]: ah, guarda che roba questi profughi, ma fate almeno un sorriso!
Marge: povera gente, ha subito terribili sofferenze.
Homer: beh, essere incacchiati non serve.
Lisa [entrando in cucina]: mamy, papy, c'è una cosa che debbo fare. Non vi piacerà, ma credo veramente che sia la cosa giusta. [esce dalla cucina]
Homer [bisbigliando]: Marge, spiffererà tutto sulla nostra coca!
Marge: noi non abbiamo coca!
Homer [guardandosi intorno]: ma no, certo che no, scusa.

[Lisa cammina nella foresta e trova la gigantesca sequoia]
Lisa: beh! Non è possibile! Non credevo che fosse così alta... Forse mi converrebbe iniziare una raccolta di firme.
[Un tacchino nelle vicinanze si agita facendo il verso del pollo]
Lisa: te lo faccio vedere io!

[Lisa si stringe gli scarpini da scalatore, indossa i guanti, si aggiusta il cappello e inizia a scalare l'albero. A metà strada trova un grosso ramo dove si accampa srotolando un sacco a pelo]
Lisa: sembra un posto buono per accamparmi. [Ammirando il panorama] Questa poi, guarda che vista! [si scorgono nello stesso raggio visivo il grande arco di St. Louis, la torre Eiffel e la Statua della Libertà]

[Il texano arriva con dei grossi camion. Due uomini scendono armati di motosega]
Texano: signori! Cominciate a scaldarvi con le seghe a motore! [Gli uomini accendono le motoseghe]
Lisa [dall'albero]: andateci piano!
[Il texano scorge con il cannocchiale Lisa che lo saluta dall'albero]
Texano: venga giù da lì, signorina!
Lisa: non scenderò finchè non risparmierete quest'albero!
Jessy [arrivando di corsa in bicicletta]: tieni duro, Laura!
Lisa: mi chiamo Lisa!
Jessy: giusto, Lisa! Sei perseverante!
Lisa: uh, ha detto che sono perseverante. Brivido! [Lisa si sbilancia e casca giù, ma per fortuna si era legata al ramo con una corda.
[Marge e Homer arrivano in macchina e escono fuori]
Marge: oh no! La mia bambina sta lassù!
Lisa: tutto bene mamma! [Prendendo la corda in mano] Ho la corda di sicurezza!
Homer [rivolgendosi a Jessy]: questa è colpa tua, con il tuo fascino di miele alla Brad Pitt! Nessuna fanciulla può resistere al tuo charme!
Jessy: è stata una sua scelta, signor Simpson.
Homer: scusi, non stavo ascoltando. Mi ero perso nei suoi occhi.

[Più tardi, Lisa tira su con una fune un secchio di metallo]
Lisa: che bello, rifornimenti! [Tira fuori un termos dal secchio] Zuppa calda! Oh, Baby! [Tira fuori un biglietto e legge: Cara Lisa sei forte! Mamma sta chiamando il pronto intervento, papà sta costruendo una mega scala ma di qualità scadente. Mi manchi, tuo baby]

[Il telegiornale riporta le ultime notizie]
Kent: è il quarto giorno per l'ambientalista più tappetta di Springfield [ridendo] ... scusate, intendevo dire, più piccinina. Sia amando che odiando la sua politica, rimarrete di stucco di fronte a questa zuzzurellona!

[La notte seguente non è piacevole per Lisa, che si ripara sotto a una coperta durante una tempesta con tuoni e pioggia]
Lisa: oh, oh le sette di sera! Ora la famiglia si sta mettendo a tavola.
Scrutando la sua casa con il binocolo, vede attraverso la finestra la silouette di Homer che abbraccia Bart, ma
in realtà lo sta strangolando per aver detto una brutta preghiera di ringraziamento mentre lo rimprovera dicendo 'oh ma secondo te quella era una preghiera brutto baa-carospo nano?']

Lisa: oh, adesso stanno facendo il pop corn... e appendono le calze di Natale... e dipingono le uova di Pasqua. Oh, non ce la faccio più. Sarebbe poi una cosa così grave se andassi a casa per un'ora?
[si cala giù dall'albero e lo saluta, dandogli un bacio e scoprendo che qualche animale 'ha lasciato un ricordino'. Corre verso casa, e quando arriva trova tutti addormentati davanti al caminetto. Si infila sul divano con Marge pensando di stare lì solo per un minuto. Si fa mattino, e Maggie sveglia Lisa giocando con il suo naso e aprendogli l'occhio. Sorpresa perchè è già mattino, Lisa corre fuori da casa, attraversa la foresta e scopre che l'albero è stato abbattuto.]

[Lisa siede sul divano in salotto con una coperta sulle spalle, e Marge gli porta una tazza da bere]
Lisa: mamma, i taglialegna hanno abbattuto l'albero. Perchè ho lasciato la mia postazione?
Marge: tesoro, ascoltiamo il telegiornale e dimentichiamo i nostri problemi. [accende la tv]
Kent: il residente più vecchio di Springfield è deceduto. [ridendo] No, non si tratta del signor Burns, si tratta della maestosa vecchia sequoia che è stata brutalmente abbattuta durante la notte...
Lisa: oh ...
Kent: ...non dai taglialegna, ma da un fulmine.
Lisa: fulmine? Bhe, almeno non è stata colpa mia!
Kent: fulmine attratto da questo secchiello di ferro. [indicando il secchio metallico di Lisa]
Lisa: eahhh...
Kent: si ignora la fine della protettrice dell'albero, Lisa Simpson.
Winchester: temo che ci siano brutte notizie, Kent. Abbiamo trovato il suo sacco a pelo. Eccolo qui [mostrando nella mano una zip e della cenere fumante] La nostra ipotesi è che il fulmine l'abbia fatta esplodere. A te la linea, Kent.
Kent: non tocca a te dire questo!

[La TV fa vedere una immagine di Lisa con scritto 'Riposa in pace Lisa Simpson, Angelo della Terra' mentre la voce di Kent dice 'addio Lisa, ci mancherai'; Homer entra nella stanza]
Homer [disperato]: oh no! Lisa non c'è più, niente potrà restituircela! [rimuginando] A meno che ...
Lisa: pa-a, non sono morta!
Homer [rincuorato]: oh! Lode a Dio sei viva! [rimuginando] A meno che ...
Lisa: caspiterina! Ti hanno fatto un sacrario! [indicando la TV]

[La TV fa vedere Jessy che ha costruito un sacrario per Lisa. Sul tronco dell'albero abbattuto ha messo la foto di Lisa e varie candele accese]
Jessy [intervistato al microfono]: l'amavo Lisa Simpson. L'amavo come un cespuglio, e darei qualunque cosa per vedere di nuovo il suo dolce visetto. [Lisa ride imbarazzata] Ma da morta farà molto di più per la nostra causa di quanto avrebbe mai fatto da viva.
Texano: uh-huh. Noi texani sappiamo affrontare le tragedie, ed è per questo che in memoria di quella piccola ninfa, trasformerò l'intera foresta nella riserva naturale Lisa Simpson.
Jessy: abbiamo vinto, Lisa. Finalmente abbiamo vinto. [Si taglia una ciocca di capelli] E questa ... è per te. [Sistema la ciocca nel sacrario, vicino alla foto di Lisa]
Lisa [sbalordita]: pazzesco! Si è tagliato la sua ciocca preferita!
Marge [prendendo il telefono e componendo un numero]: dobbiamo avvertirli che non sei morta!
Lisa [interrompendo la comunicazione]: no mamma! Ora è una foresta commemorativa, se sanno che sono viva l'abbatteranno!
Marge: Non fingerai di essere morta signorinella! La nostra famiglia ha avuto solo sfortuna in quanto a farse, capito?
[Suona il campanello, Homer vede Flanders fuori alla porta con una torta]
Flanders: Homer! Ti ho preparato una crostatina per alleviare il tuo dolore.
Homer [preso dal panico]: oh... oh Dio! oh Dio!... Nascondere Lisa [copre Lisa con un lenzuolo e gli mette un ciuccio in bocca] Accomodati!

[Alla scuola elementare di Springfield, la bandiera fluttua a mezz'asta. Bart è nell'ufficio di Skinner, che ha una fascia in segno di lutto al braccio e la foto di Lisa alle sue spalle incorniciata di nero.]
Skinner: la politica della nostra scuola è di dare agli studenti nella tua situazione, dieci e lode.
Bart [molto contento]: ma no! E dov'è la fregatura?
Skinner [stupito dall'atteggiamento di Bart]: oh, per la tragica fine di tua sorella!
Bart [fingendo sconforto]: oh, già, gran brutto affare quello.

[Homer arriva al bar di Boe con la macchina. Dietro ha un adesivo con scritto 'Mia figlia è una studentessa modello - morta'. Si incammina dentro al bar indossando una maglietta con la foto angelica di Lisa]
Homer: padre costernato in arrivo!
Boe [riempiendo un boccale di birra]: Homer, ehm, la birra la offre la casa visto che Lisa è ... ehm .. come posso dire, sul treno verso il paese delle lapidi ... lapidi, giusto? Si dice così, senza offesa.
Homer [sorridendo]: grazie per la birra, Boe. Ma prima che Lisa ci lasciasse ha fatto questa registrazione che penso dovresti ascoltare ... [accende un piccolo registratore che appoggia sul bancone]
Lisa [dal registratore]: caro Boe, se mi dovesse accadere qualcosa, voglio che tu stracci il conto arretrato di papà, e che ti versi le cipolline da cocktail nei - papà, non posso!
Homer [dal registratore]: leggi!
Lisa [dal registratore]: ...le cipolline da cocktail nei pantaloni.
Boe: beh, non ho mai detto di no a una bimba morta! [si versa le cipolline nei pantaloni, facendo una smorfia di dolore]

[Springfield è riunita nella foresta davanti al tronco dell'albero abbattuto.]
Quimby: ed ora, Brenford Marsalis suonerà con il sassofono di Lisa [porgendo il sassofono a Brenford]
Milhouse [prendendo il sassofono]: non toccarlo! Possono clonarla dal suo sputo! [Fugge via piangendo, mentre il sindaco gli grida 'Buona fortuna, Milhouse!']
Quimby: e per ultimo, un annuncio eccitante dai nostri bravi amici della Omnia Asfalto.
Texano: cittadini, stanotte la cara defunta Lisa mi è venuta in sogno. Mi ha detto che il suo più grande desiderio è che questa foresta diventi il parco divertimenti più glorificato, movimentato ed inquinato di tutto il creato!

[Si apre un tendone, scoprendo il tronco con in cima la testa di Lisa e un'insegna lampeggiante con scritto 'LISALANDIA']
Jessy: ci avevi promesso una riserva naturale!
Texano: niente timori, siamo sensibili a tutte le vostre eco-preoccupazioni. [Due taglialegna accendono una sega elettrica] Bravi ragazzi! Il negozio di souvenir andrà proprio lì! Ah ah! Abbattelelo!! Yee-ah! [ballando]
Lisa: noooo!!! [La gente si fa da parte, e Lisa raggiunge il Texano]
Uomo-fumetti: è L-l-lisa!
Lisa: non sono morta, e non lo è neanche la mia indignazione!
Homer: ah, ricomincia!
Lisa [al Texano]: signore, non si vergogna?
Texano: a quanto pare no. [indicando la sua macchina con delle corna di bufalo sul cofano e con la targa 'NIENTE VERGOGNA', mentre un castoro cerca di liberare la sua coda incastrata sotto la ruota] Ora togli quelle chiappette da Lisalandia!

Jessy: una sequoia non è uno strumento promozionale!
[taglia i tiranti che reggono il tronco, come fa notare Telespalla Mel.]

[Il tronco con la testa di Lisa crolla e si trascina giù per la collina, rovesciando due camion carichi di tronchi, per la gioia dei fanatici ecologisti. Jessy si complimenta con l'albero per il bel lavoro, e poi gli ordina di tornare da lui. I fanatici ecologisti lo guardano perplesso, e lui si ricorda che non ha superpoteri ... non ancora.]

[Il tronco continua a scivolare, in direzione del centro commerciale. Distrugge l'azienda del Texano, la Omnia Asfalto, allorchè il Texano urla disperato. Poi, il tronco centra il Panda Fritto del Kentucky, e Homer si lamenta, 'Noo!! Era pandasticamente buono!'. Il tronco non si ferma e distrugge la fabbrica 'Città della Canapa', per il dispiacere dei fanatici ecologisti.]

[Più tardi, Lisa torna a far visita a Jessy, che è tornato in prigione]
Jessy: ehy Lisa!
Lisa: oh Jessy! Ti hanno arrestato di nuovo!
Jessy: sì, ma combatto ancora in favore della Terra, li ho persino convinti ad installare una sedia elettrica a pannelli solari.
Serpe [sopra la sedia elettrica a pannelli solari]: amico, sono qui da stamattina, potresti almeno bagnare la spugna che ho sulla testa?
Lisa: beh, ti scriverò su carta da riso con una matita di soia.
Jessy: oh, come sei dolce! [Da un bacio sulla fronte di Lisa, che sospira] E stato più fermato quel tronco?
Lisa: non ancora.
Jessy: e come mai?

[Il tronco continua a scivolare attraverso il paese: passa davanti al monte Rushmore, attraverso pianure infestate dai tornado, fa a gara con un treno (il conduttore del treno saluta il tronco e fa fischiare la locomotiva), e scivola sulle strette curve della San Francisco's Lombard Street, prima di tuffarsi nell'oceano passando sotto il ponte Golden Gate e sparendo all'orizzonte.]


[un caloroso ringraziamento a CapitanPolpo & MacMaster]