Ricerca:
                                                                                                                                                                                                  In questo periodo I Simpson non sono trasmessi su nessun canale televisivo Italiano, visita sempre l'Hoemrata e iscriviti alla NewsLetter per restare sempre aggiornato.                                                                                                                                                                                                   
il cartone il film il cartoneil cartoneextras

HOMEPAGE > IL CARTONE > EPISODI CAPSULA

Capsula

Il promontorio della paura [9F22]

Capsula dell'episodio

fiogf49gjkf0d
[L’ episodio comincia con uno show in TV: delle tende si alzano con un sottofondo musicale e si sente una voce con l’ accento tedesco]
Operqupertore Wolfcastle [voce]: signori e signore, ha inizio le “ore piccole con McBain”! Io sono il vostro presentatore Operqupertore Wolfcastle! [si vede che l’ uomo che parla è in divisa] Ed ecco a voi McBain!
[da dietro una tenda esce McBain, saluta e batte il cinque a un uomo dell’ orchestra musicale]
McBain: ja, grazie! Ja, molto bello! Ja! Salutiamo i miei ragazzi dell’ orchestra: Scoi!
[l’ uomo straniero di nome Scoi saluta e il pubblico esulta]
McBain [rivolto a Scoi]: una mise davvero sgargiante, Scoi! Ti fa sembrare un omosessuale!
Pubblico [arrabbiato]: buuuu!
McBain [rivolto al pubblico]: ah! Forse anche voi siete tutti omosessuali!
Pubblico [ancora più arrabbiato]: buuuu!
[Bart e Lisa sono seduti sul divano e guardano la TV]
Bart: questa roba fa proprio schifo!
Lisa: il network della FOX è caduto ancora più in basso!
[entra Marge con delle lettere]
Marge: Lisa, c’ è una lettera per te!
Lisa: è di Amia, la mia amica di penna!
[Lisa apre la lettera e legge, si sente la voce di Amia]
Amia [voce]: cara Lisuska, mentre ti scrivo sono molto triste, nostro presidente è stato esautorato…
[la voce cambia e si capisce che la persona che ha scritto dopo è un’ altra]
Nuova persona [voce]: …e rimpiazzato da benevole generale Krol! Ave Krol e suo glorioso nuovo regime. Cordiali saluti, una bambina.
[Lisa è triste]
Marge: c’ è una lettera anche per te, Bart!
[Bart apre la lettera e vede che c’ è una scritta col sangue]
Bart [leggendo]: sto venendo ad ucciderti.
[Bart è molto preoccupato]


[la scena cambia e si sente una musica inquietante, si vede una mano con un pugnale, che fa un buco nel dito dell’ altra mano facendo uscire sangue, con la mano scrive una lettera “DIE BART DIE” cioè “MUORI BART MUORI” e poi prende una lista delle cose da fare sempre scritta col sangue: spunta “minacciare Bart” e “fare il bucato”, poi scrive “comprare gli spiedini per pannocchie”]


[la scena torna a casa Simpson; Bart e Lisa guardano in TV lo show di Grattachecca e Fichetto: Grattachecca passeggia e vede la scritta “Ospedale per gatti di Fichetto, diamo al tuo animale 75$”; Grattachecca entra, ma due cani lo intrappolano sopra un tavolo e Fichetto preme un pulsante che fa partire un raggio laser per uccidere Grattachecca, che con la sua lingua riesce a staccare la spina della corrente; ma subito dopo entra Fichetto e ri-attacca la spina tagliando a pezzi Grattachecca col laser. Lisa ride di gusto, ma nota che Bart ha l’ aria molto preoccupata e non ride]
Lisa: Bart, ma che ti prende?


[Homer è nell’ ingresso, prende una lettera e la legge]
Homer [urlando preoccupato]: oh mio Dio! Qualcuno sta cercando di uccidermi!
[tutti si precipitano da Homer]
Homer: un momento… [sollevato] è per Bart!
[fa vedere la lettera a Bart, dove c’ è scritto “DIE BART DIE”; Bart è preoccupato]


[A questo punto la famiglia e il nonno Abe è seduta intorno al tavolo dove sono state messe tutte le lettere minatorie scritte col sangue, ma una è scritta in nero]
Marge [indicando la lettera diversa]: hmm, questa è stata scritta con una grafia diversa! [nella lettera c’ è scritto “TI UCCIDO FECCIA”]
Homer: oh, quella l’ ho scritta io dopo che Bart mi ha piazzato questo tatuaggio sulle chiappe!
[fa vedere il sedere dove c’ è la scritta “Carico sporgente”; tutti ridono, anche Nelson fa la sua risata da fuori la finestra]
Bart: chi mai vorrà farmi del male? Sono il Pierino degli anni novanta!
Homer: probabilmente è la persona di cui non sospetteresti mai!
Lisa [parlando ironicamente]: grazie mille, papà!
Abe: io propongo di chiamare Batman! Lui troverà il colpevole! Probabilmente è quel perfido Joker, oppure l’ uomo pinguino!
Bart: nonno! Batman è finto!
Abe: lo sono anche i miei denti, ma riesco comunque a mangiare una pannocchia di granturco se qualcuno sgrana i chicchi e li riduce in poltiglia. Che bella mangiata!


[la scena cambia e Bart è nascosto sotto un gioco del cortile della scuola; arriva Milhouse]
Milhouse: ho controllato in giro! Le ragazze ti chiamano ciccio-ciccio-ciccione e Nelson ha in mente di tirarti giù i pantaloni, però nessuno sta cercando di ucciderti!
Bart [alzandosi]: ah, meno male!
[arriva Nelson e gli abbassa i pantaloni; poi arrivano tutte le ragazze]
Ragazze [indicando Bart e canticchiando]: ciccio-ciccio-ciccione! Ciccione!


[la scena cambia e Bart dorme nel letto; la sveglia segna le 7:00 e si sente la voce dello speaker]
Speaker: bene. Questa è dedicata a Bart Simpson con il messaggio: io ti ucciderò lentamente e dolorosamente!
[Bart si sveglia improvvisamente ed è preoccupato]
Musica alla radio [dopo una risata]: ti faccio fuori!
[comincia una musica e Bart è spaventato]


[Bart va in cucina e Marge taglia con le forbici la scritta “DIE” e poi parla a Bart con le forbici in mano]
Marge [con voce spaventosa]: Bart, io ti prenderò…
[Bart è spaventato]
Marge [con voce normale]: …del gelato al supermercato visto che sto risparmiando sulla “Diet cola”! [Fa vedere la scritta che stava ritagliando dove la parola “DIE” era “DIET COLA”]


[Bart esce fuori ma da dietro una siepe esce Ned Flanders con un guanto con delle lame affilate]
Ned [con voce spaventosa]: Ah! Dì le tue preghiere, Simpson…
[Bart è spaventato]
Ned [con voce normale]: …perché la scuola non ti obbliga a farlo come dovrebbe!
[col guanto con le lame comincia a potare il cespuglio; arriva Maude]
Ned [rivolto a Maude]: ah, tesoro, con queste lame per le dita potare è divertente quanto andare in chiesa!
[continua a potare e si vede che il cespuglio ha la forma di un angelo gigante]


[Ora Bart è a scuola seduto nel banco ed è spaventato; arriva la maestra Kaprapall]
Signora Kaprapall [con voce spaventosa]: tu sarai la mia prossima vittima, Bart! [con voce normale] Nella nostra recita scolastica Liz Borton con Martin nella parte di Liz!
[Si vede Martin vestito da femmina con un’ ascia]
Martin: quaranta frustate con uno spaghetto bagnato, Bart!


[la scena cambia e Marge è alla stazione di polizia davanti alla scrivania di Winchester]
Winchester [guardando le lettere]: io vorrei tanto esservi d’ aiuto signora mia, ma ho paura che non ci sia nessuna legge contro le lettere minatorie.
Marge: sono certa del contrario!
Winchester: uhm, il giorno che vorrò lezioni di polizia da una mamma casalinga…
[arriva il poliziotto Lou e da a Winchester il libro della legge di Springfield]
Lou: la signora ha ragione, capo.
Winchester: sangue di uno scarrafone! è anche illegale infilarsi degli scoiattoli nei pantaloni per motivi di gioco d’ azzardo!
[si vede il poliziotto Eddie con degli scoiattoli nei pantaloni ed è circondato da altri poliziotti che ridono e che scommettono con dei soldi in mano]
Winchester: uhe, guagliò! E be’, basta, no?
[Eddie fa uscire gli scoiattoli e gli altri poliziotti se ne vanno]


[la scena torna a casa Simpson; Bart è in camera sua ed entra Lisa]
Lisa: Bart, ci sono arrivata! Chi è che da anni perseguiti con scherzi telefonici irritanti?
Bart: Lady Diana?
Lisa: no! Uno che non se lo meritava!


[Lisa compone il numero di telefono]
Lisa: pronto Boe!


[Boe è al bar e ascolta la telefonata]
Lisa [al telefono]: sappiamo che ci sei tu dietro questa storia, piantala oppure andremo dalla polizia!
Boe: no, no! Me ne occupo subito!
[entra in una stanza dove ci sono degli uomini e delle casse]
Boe [rivolto agli uomini]: ok, è finita! Fateli uscire da qui!
[prende un’ ascia e rompe le casse dalle quali escono dei panda che escono fuori dal bar]
Boe [rivolto ai panda]: andale! Andale!


[la scena cambia e Bart è affacciato alla finestra]
Bart: sei la fuori da qualche parte ma dove? DOVE?


[si sente una musica inquietante e la visuale si sposta dentro il “Penitenziario di Springfield”, dove la mano scrive col sangue la lettera “CI VEDIAMO PRESTO BART”; e poi lo si vede in faccia: è Telespalla Bob, che ride malvagiamente e poi continua a scrivere col sangue]
Telespalla Bob [scrivendo]: cara rivista “Vita negli Stati Uniti”, mi è capitata una cosa sconcertante… oh!
[sviene sul banco dove scrive per l’ assenza di sangue; sulla branda c’ è Serpente]
Serpente: usa la penna, Telespalla Bob!
[Bob alza la testa un attimo e poi ricade sul banco]


[la scena si sposta nella sala “PAROLE BOARD” del penitenziario; tre giudici sono a un banco e Serpente è davanti a loro]
Giudice 1 [battendo col martello sul banco]: libertà concessa!
[Serpente va via]
Giudice 1: il prossimo per la libertà vigilata: Bob Terwilliger detto Telespalla Bob.
[Arriva Bob e incrocia Serpente]
Telespalla Bob: stammi bene, Serpente! Spero tanto di poterci ri-incontrare in circostanze più liete.
Serpente: gha…
Telespalla Bob: stammi bene!
Serpente: ba!
[ora Bob è seduto e Winchester è al banco dei testimoni e parla coi giudici]
Winchester: Telespalla Bob è privo di ogni decenza! Lo sapete come mi ha chiamato? Madama Winchester!
[il pubblico ride sonoramente]
Winchester: ah ah! Adesso l’ ho capita! è carina!
[ora al banco dei testimoni c’ è Selma]
Selma: ha tentato di uccidermi durante la nostra luna di miele!
[il pubblico farfuglia e arriva l’ avvocato]
Avvocato: quante persone in quest’ aula stanno pensando di ucciderla in questo preciso istante?
[alcuna gente fra il pubblico alza la mano]
Avvocato: siate onesti!
[ora tutti alzano la mano inclusa Patty, un signore del pubblico è sorpreso]
Patty: eh… lascia sempre il copriwater alzato!
[ora l’ avvocato parla a Bob]
Avvocato: Robert, se lei venisse rilasciato costituirebbe una minaccia per un certo Bart Simpson?
Telespalla Bob [con voce normale]: Bart Simpson? Quel vivace bricconcello che per ben due volte ha smascherato i miei diabolici piani [con voce spaventosa e di cattivo umore] spedendomi in questo stillato buco infernale fradicio d’ urina?
Giudice 2: ah, obiezione! Invece di buco infernale fradicio d’ urina avrebbe potuto dire buco tartareo zuppo di pipì.
Telespalla Bob [tornando di umore normale]: ritirato con allegrezza!
Avvocato: e quel tatuaggio che ha sul torace non dice forse “MUORI BART MUORI”?
Telespalla Bob: no! è tedesco! [fa vedere la scritta nel petto “DIE BART DIE”] Per “IL BART IL”!
[il pubblico ridacchia]
Giudice 3: nessuno che sa parlare tedesco può essere malvagio!
Giudice 1: libertà concessa! [batte col martello]
[viene stampato il timbro con la scritta “Libertà vigilata” sopra il documento di Bob, che esce dal penitenziario in una scena inquietante]


[la scena si sposta al cinema, dove trasmettono il film “Ernest goes somewhere cheap”; Bob, seduto, accende un sigaro]
Ernest [nel film]: uao! La biblioteca pubblica! Stiamocene un po’ qui Berne!
[Bob manda il fumo davanti al proiettore e ride sonoramente; i Simpson sono seduti dietro di lui, sono infastiditi e inconsapevoli che lui sia Telespalla Bob]
Marge [dopo un colpo di tosse]: che gran maleducato!
Homer [fumando un sigaro molto più grande di Quello di Bob]: eh già!
[Bob continua a ridere]
Homer [rivolto a Bob]: se non le dispiace stiamo cercando di seguire il film…
Ernest [nel film]: ehi, Berne! Aiutami a tirare fuori la testa dal water!
[si sente il rumore di uno sciacquone. Homer ride di gusto e da una pacca a Bob che si gira infastidito]
Telespalla Bob: oh, senta. Questo è troppo!
Bart e Lisa [dopo un grido di paura]: Telespalla Bob!
Bart [indicando Bob]: tu mi hai scritto quelle lettere!
Marge: che uomo orribile! Sta lontano da mio figlio!
Telespalla Bob: oh, starò lontano da tuo figlio, altrochè! Starò lontano [con voce spaventosa] per sempre!
Homer: oh no!
Telespalla Bob: un momento, si può far meglio!
[Bob si alza e va via, poi ritorna]
Telespalla Bob: me n’ è venuta una bella, Marge! Ripeti sta lontano da mio figlio!
Marge: no!
[Bob è arrabbiato e borbotta]


[la scena si sposta a casa di Bob: si vede la foto di Bart infilzata da un’ ascia, da un coltello insanguinato e da un punteruolo. Bob fa ginnastica e si vede che nella schiena ha un tatuaggio che raffigura la testa di Bart sopra lo skateboard. Bob solleva i pesi e nelle sue mani ci sono le scritte “amore” e “odio”. Poi Bob guarda la TV e fa ginnastica]
Ginnasta [in TV facendo ginnastica]: e gira e fletti e scuoti e salta!
Telespalla Bob [facendo ginnastica]: e gira e fletti e scuoti e salta! E gira e fletti e scuoti e salta!


[la scena si sposta a casa Simpson, dove un lungo filo lega tutte le maniglie delle porte e vari oggetti della cucina per finire attorcigliato a un pupazzetto di Krusty; Winchester è là con Homer]
Winchester [toccando il filo]: ah! Ora Telespalla Bob non potrà più entrare senza che io lo venga a sapere! Una volta che un uomo è entrato in casa tua, qualunque cosa tu gli faccia è legale!
Homer: ah! è così?
[Homer si affaccia alla finestra e si vede Flanders che innaffia il giardino]
Homer: ehi, Flanders! Puoi venire un attimino in cucinina da me?
[Homer è in cucina ridacchiando e facendo il gesto di prendere Ned a pugni]
Winchester: eh, ma non vale se tu lo inviti!
[arriva Ned]
Ned: salve salvino!
Homer: va a casa!
Ned: ciao ciao!
[Ned va via]


[Homer è adesso da in detective privato che versa del liquore in un bicchiere]
Detective: ora non si agiti! Quando avrò finito con lui non metterà più piede in questa città! So essere molto, molto persuasivo!
[prende una pistola]


[ora il detective e Bob sono in un locale seduti a un tavolo]
Detective [implorando Bob]: uh, dai, lascia la città!
Telespalla Bob: no!
Detective: oh, sarò tuo amichetto!
Telespalla Bob: no!
Detective: oh, sei cattivo!


[Bob è su un furgone con degli altoparlanti e passa davanti casa Simpson]
Telespalla Bob [parlando nel microfono]: i seguenti residenti di questo quartiere non saranno uccisi da me! Ned Flanders…
[Si vedono a casa Flanders Ned e Maude seduti]
Telespalla Bob [voce]: Maude Flanders…
Ned [rivolto a Maude]: ah, non è gentile?
Telespalla Bob: Homer Simpson…
[ora si vedono Marge e Homer in casa Simpson; Homer sente]
Telespalla Bob [voce]: Marge Simpson [marge sente], Lisa Simpson [Lisa sente], la piccola Simpson… [Maggie ciuccia ascoltando e Bart aspetta il suo nome] è tutto!
[Bart è triste e Homer entra nella sua stanza]
Homer: yu-huu! Hai sentito, Bart?
[Bart lo guarda triste]
Homer: oh…
[esce chiudendo la porta]


[la scena si sposta nell’ ufficio “programma di ricollocazione testimoni”, dove i Simpson sono davanti a due agenti dell’ FBI]
Agente 1: non preoccupatevi, abbiamo aiutato centinaia di persone in pericolo. Vi daremo un nuovo nome, un nuovo lavoro, una nuova identità.
Homer: oh! Io voglio essere John Elway!


[Homer sogna di essere un giocatore di Football durante una partita e ha la palla in mano, scavalca i giocatori e segna]
Telecronista: Elway afferra il lancio, e va ha segnare il touch down! [Homer comincia a saltare in mezzo al campo]
Grazie all’ infallibile magia di Elway all’ ultimo secondo, il punteggio finale del superbowl 30 è Denver-7, San Francisco-56! [si vede il risultato nel tabellone]


[la scena ritorna nell’ ufficio]
Homer [saltando]: yu-huu!
Marge: non mi sembra tanto una buona idea!
Homer [rivolto a Marge]: qui non si tratta solo di Telespalla Bob! è un occasione per dare una svolta alla nostra vita schifosissima!
Bart: io sono Gas! Lo spazzacamino tanto amato! Bello come un dio, pieno di brio, il meglio in tutta Westminister, sì!
Homer [rivolto a Bart]: chiudi il becco, ragazzo!
Agente 2: abbiamo diverse località dove nascondere la sua famiglia al sicuro: “Promontorio della paura”, “Lago Orrore”, “Campo Spavento”, “Terrorelandia”…
Homer: uh! Torronelandia?
Agente 2: no, Terrorelandia!
[Homer urla]
Agente 1: facciamo così: d’ ora in poi lei sarà Homer Thompson e vivrà al “Lago Orrore”. Facciamo un po’ di pratica, eh?
[Homer dice sì con la testa]
Agente 1: quando io le dico “salve signor Thompson”, lei deve rispondere “salve”.
Homer: chiaro!
Agente 1: salve signor Thompson.
[Homer sta zitto]
Agente 1: ora, si ricordi, il suo nome è Homer Thompson.
Homer: afferrato!
Agente 1: salve signor Thompson.
[Homer sta ancora zitto e adesso si vede la famiglia annoiata e i due agenti stressati vicino a Homer]
Agente 1 [in piedi e rivolto a Homer]: allora, quando io dico “salve signor Thompson” e le pesto il piede, lei sorride e fa cenno di sì!
Homer: nessun problema!
Agente 1 [pestando il piede di Homer]: salve signor Thompson!
[Homer non risponde e fa una lunga pausa]
Homer [sottovoce rivolto all’ agente 2]: mi sa che questo vuole parlare con lei!
[il primo agente si mette una mano sulla fronte]


[ora i Simpson sono fermi su un’ auto con un carrello portabagagli attaccato dietro. Un altro agente consegna le chiavi a Homer che è alla guida]
Agente 3 [consegnando a Homer le chiavi]: ecco a lei.
Marge: oh! Che graziosa decappottabile! Voi ragazzi dell’ FBI pensate sempre a tutto!
Lisa [mostrando a Homer e Marge un contenitore di audiocassette]: Guardate! La compagnia dell’ opera leggera dell’ FBI canta tutto Gilbert & Sullivan!
[l’ auto parte e l’ agente saluta; i Simpson accendono la musica]
Simpson [cantando]: tre civette allegre siam! Tanto chiasso noi facciam! Brio e gioia noi abbiam! Tre civette allegre siam!
Homer [cantando]: tutto per noi è un grande spasso!
[i Simpson ridono cantando e si vede che sotto la macchina in movimento c’ è Telespalla Bob, che ride malvagiamente. L’ auto sobbalza per dei dossi]
Homer: stupidi dossi! Mannaggia…
[Sotto l’ auto Bob sbatte la testa a ogni dosso. Ora Homer beve un caffé]
Homer: oh, questo caffé è troppo bollente!
[getta via dall’ auto il caffé e si sente l’ urlo di Bob. Adesso l’ auto arriva vicino a un campo di cactus]
Homer [rivolto a Bart e a Lisa]: ehi, ragazzi, ce la facciamo una scorrazzata in quella macchia di cactus?
Bart: sì!
Lisa: sì!
Telespalla Bob [voce]: no!
Homer: ben due contro uno!
[Homer fa sterzare l’ auto, che va in mezzo ai cactus; intanto si sentono le urla di dolore di Telespalla Bob]


[adesso si vede una sigla alternativa: al posto di “The Simpsons”, la scritta è “The Thompsons” e al posto di Springfield si vede il “Lago Orrore”; i Simpson arrivano con la nuova auto, entrano nella loro barca e appena si siedono sul divano vengono sommersi dai pesci]


[ora i Simpson sono arrivati e sono all’ esterno della barca]
Homer: mitico! Una casa galleggiante! Sapete cos’ ha di bello? Se non ti piacciono i tuoi vicini puoi sempre levare l’ ancora e andartene da un’ altra parte, vero ragazzi?
[i Simpson si mettono a ridere uno dietro l’ altro e tutte le barche accanto a quella dei Simpson se ne vanno. I Simpson entrano i casa. Bob scende da sotto la macchina tutto pieno di spine e mette un piede sopra un rastrello facendoselo sbattere in faccia e poi borbottando, poi sbatte sopra un’ altro e borbotta; questo si ripete con molti altri rastrelli in una lunga scena.]


[Intanto nella barca Homer è sul divano e Marge svuota gli scatoloni]
Marge [tirando fuori il telefono]: papi, dov’ è il cane?
Homer: l’ ho legato di fuori!
[si vede il Piccolo aiutante di Babbo Natale che nuota legato a un ormeggio]
Marge [sedendosi sul divano, rivolta a Homer]: ahh! Abbiamo lasciato tutto alle nostre spalle. Come si può dare un taglio netto alla propria vita passata?
Homer: sta calma, Marge, ho sistemato ogni cosa prima di andare via, sai carina?


[si vede il nonno che bussa alla porta di casa Simpson]
Abe [bussando]: ehilà! [bussa ancora] C’ è nessuno?
[adesso Abe va a guardare dalla finestra]
Abe: avete le mie pillole! C’ è nessuno? Ho freddo e sono inseguito dai lupi!
[si sente un ululato in lontananza]


[la scena torna nel Lago Orrore; Bart passeggi sul marciapiede e arriva una macchina]
Telespalla Bob [voce]: ciao, Bart!
[Bart urla spaventato e vede che al volante dell’ auto c’ è una vecchia signora]
Telespalla Bob [voce]: quaggiù, Bart!
[Bart vede che Bob è allacciato sotto l’ auto della vecchia; Bob scende da là sotto, l’ auto parte e gli sbatte la marmitta in faccia]
Bart: cosa vuoi da me?
Telespalla Bob [sdraiato per terra]: non c’ è nulla di male a starsene sdraiati nel bel mezzo di una strada pubblica!
[proprio in quell’ istante arriva la banda musicale di una parata. Gli uomini calpestano Bob, che grida dal dolore; poi passano degli elefanti]
Telespalla Bob: no! Gli elefanti noo!
[gli elefanti calpestano Bob, che grida dal dolore; ogni elefante ha una parola scritta sul tappeto che ha sulla schiena: gli elefanti camminano in sequenza formando la frase “Lago Orrore saluta Annibale che attraversa le alpi”. L’ ultimo elefante schiaccia la testa di Bob, che urla dal dolore]


[la scena si sposta nella barca dei Simpson: Homer e Marge sono seduti a un tavolo; Homer beve una birra e arriva Bart]
Bart [preoccupato]: mamma! Papà! Ho visto Telespalla Bob e ha minacciato di uccidermi!
Homer: Bart, non interrompere!
Marge: ma, Homer, è una faccenda seria!
Homer: ma va là!


[la scena si sposta di notte, nel Motel dove sta Telespalla Bob, che ha gli occhiali, ha in mano una matita con cui scrive e nell’ altra una tazzina di tè]
Telespalla Bob [scrivendo]: numero romano tre: sorprendere il ragazzo a letto… [beve il tè] ehh… sbudellarlo! [scrive] No, la parola “budella” suona così male… [cancella con la gomma sopra la matita] Sventrarlo! [scrive] Ah, l’ est beau just! [bacia il foglio sul quale scriveva]


[Bart è a letto nella sua stanza della barca ed è agitato; la porta si apre e si vede un coltello, Bart alza la testa spaventato ed entra Homer saltando sul letto di Bart e urlando]
Homer: Bart, vuoi un pezzo di torta prima di dormire?
[Bart grida spaventato]
Homer: dai, te ne taglio un pezzo adesso che è ancora calda!
[Homer taglia la torta]
Bart: papà, sono piuttosto sul chi vive, apprezzerei molto che tu non irrompessi nella mia stanza urlando e brandendo un coltello da macellaio!
Homer: perché? Oh… oh oh, giusto, quella cosa di Telespalla Bob! Scusami, ragazzo mio, scusami!
[Homer da un bacio sulla fronte a Bart e va via, Bart si corica, ma la porta si apre ancora ed entra Homer con una motosega e con una maschera, urlando e saltando sul letto di Bart]
Homer: Bart, vuoi vedere la mia nuova motosega e maschera da hokey?
[Bart urla spaventassimo]
Homer: oh, scusa! Che mi è saltato in testa! Scusa!
[Homer bacia Bart sulla fronte e va via lasciando Bart tremante]


[tutte le luci della barca vengono spente e dall’ acqua sale sulla barca Bob coi capelli tutti bagnati lunghi fino ai fianchi; gli da una scrollata e i capelli tornano normali, Bob sbatte su un rastrello, borbotta e getta il rastrello in acqua; poi prende un coltello e taglia la corda che tiene legata la barca all’ ormeggio; la barca se ne va dal molo. Dopo un po’ Bob entra nella stanza di Bart col coltello]
Telespalla Bob: ciao, Bart!
Bart: mamma! Papà!
Telespalla Bob [avanzando verso Bart]: la tua famiglia non può aiutarti!


[si vedono Marge, Lisa, Homer, il cane e il gatto legati per terra. Marge tenta di liberarsi invano, Homer russa]
Lisa: oh, no! Papà è stato drogato!
Marge: niente affatto!


[la scena torna con una musica inquietante nella camera di Bart. Bob è sul letto di Bart col coltello; Bart esce dalla finestra appena in tempo e Bob taglia in due il cuscino; Bart scappa per la barca e guarda il mare per buttarsi: c’ è un coccodrillo]
Bart: oh oh!
[Bart scappa dall’ altro lato: ci sono anguille elettriche. Bart ritorna dall’ altro lato e trova ancora il coccodrillo]
Bart: e che cacchio!
[arriva Bob col coltello]
Telespalla Bob: allora, Bart, qualche ultimo desiderio?
[Bob cammina verso Bart]
Bart: oh, bè… io uno ce l’ avrei…
[Bart nota il cartello “Springfield 15 miglia”]
Bart: hem… no!
Telespalla Bob: su, coraggio!
Bart: bè, tu hai la voce di un usignolo, Bob!
Telespalla Bob: hu, non posso negarlo!
Bart: a-ah! Comunque… mi chiedevo se tu potessi cantare l’ intero spartito di H.M.S Pinafore!
Telespalla Bob: d’ accordo, Bart! Ti spedirò in paradiso… [alza il coltello al cielo] prima di spedirti all’ inferno! [punta il coltello verso Bart. Prende Bart e lo mette su una sedia]
Telespalla Bob: e tre, e quattro… [cantando] Navighiam l’ oceano blu e sappiam farci valere! Siamo uomini di gran virtù! E attenti al dovere!
[ora, mentre la barca va alla deriva, Bob ha uno straccio in testa e ha indosso delle tendine]
Telespalla Bob [cantando]: povera [?], povera [?], io non so dir perché…
[Bart mangia dei pop-corn]
[ora Bob è vestito da marinaio]
Telespalla Bob [cantando]: cosa mai? No mai! Cosa mai?
[Bart canta insieme a Bob]
Bart e Telespalla Bob [cantando]: quasi mai! Soffre il mal di mar!
[la barca continua a navigare e Bob è ora vestito da ufficiale inglese con la spada che non era altri che il suo coltello]
Telespalla Bob [cantando]: lo ha detto con onore e va a suo favore, che lui è un vero inglese!
[Bart legge “Playbill”, che ha in copertina Bob vestito da ufficiale inglese]
Telespalla Bob: lui rimane un veeeeeeeero ingleeeeese!
[Bart si alza e applaude. Secondo l’ immaginazione di Bob cala una bandiera inglese e gli vengono consegnati dei fiori. Bob avanza verso Bart]
Telespalla Bob: e adesso [sguaina la spada] cala il sipario!
[Bob sta per uccidere Bart, ma la barca sbatte su uno scoglio e Bob cade sulla ringhiera; sotto ci sono Winchester e i poliziotti in vestaglia che puntano le pistole contro Bob]
Winchester: fermo lì dove sei, Telespalla Bob! Sei in arresto!
Telespalla Bob [arrabbiato]: per la barba di Lucifero!
Winchester: …e quella di suo nonno! Meno male che sei passato davanti a questo bordello!


[Bob viene arrestato e messo nel furgone della prigione e Bart, la famiglia e Winchester sono sulla riva]
Bart: dovevo guadagnare tempo così gli ho chiesto di cantare l’ intero spartito di H.M.S Pinafore!
Homer: uh, un piano diabolicamente astuto nella sua complessità!
Bart [indicando Bob ai poliziotti]: portatelo via, ragazzi!
Winchester: uhe uhe, qua il capo sono io! [rivolto ai poliziotti] Portatelo via ragazzi!
Lou: che avete detto, capo?
Winchester: fate come ha detto u’ picciriddo!


[i Simpson tornano a casa con la machina nuova]
Marge: mmm… è così bello essere di nuovo a casa!
[l’ auto si ferma e davanti casa c’ è il nonno che ormai sembra una donna]
Abe: guardate cosa mi è successo senza le mie pillole!
Marge: Aah! Bart, corri di sopra, prendi la medicina del nonno!
[arriva Jasper vestito elegante e con un mazzo di fiori]
Jasper: niente fretta! Voglio corteggiare questa bella damigella!
[il nonno è felice e l’ episodio si chiude con un cuore, cominciano i titoli di coda]
Abe [voce]: c’ è una cosa che dovresti sapere di me!
Jasper [voce]: ho due biglietti per Tony Bennett!
Abe [voce]: sono tutta tua!
[si sente che il nonno da un bacio a Jasper e finisce l’ episodio]




[Un caloroso ringraziamento a Vecchiogil]