Ricerca:
                                                                                                                                                                                                  In questo periodo I Simpson non sono trasmessi su nessun canale televisivo Italiano, visita sempre l'Hoemrata e iscriviti alla NewsLetter per restare sempre aggiornato.                                                                                                                                                                                                   
il cartone il film il cartoneil cartoneextras

HOMEPAGE > IL CARTONE > EPISODI CAPSULA

Capsula

La testa parlante [7G07]

Capsula dell'episodio

fiogf49gjkf0d
[Homer e Bart (con la testa di Jebediah Springfield in mano) passeggiano per le strade di Springfield]
Homer [Confessandosi con Bart]: sai Bart, quando avevo la tua età,
anch'io ho fatto un paio di stronzatine, ma vedi la gente è più
comprensiva se gli dai la possibilità di capire quello che… [urla
insieme a Bart]

Sig. Burns [Insieme a tutti gli abitanti di Springfield]: eccoli gli
assassini, dobbiamo punirli! [Urlando e con pericolose fiaccole in
mano]

Krusty: prendiamoli!
[Homer e Bart scappano urlando spaventati]

[Homer e Bart si ritrovano davanti alla statua di Jebediah Springfield]
Homer [Impaurito]: ci hanno circondato ragazzo mio, siamo in
trappola...Dammi la testa!
Bart: no papà, questo casino l'ho combinato io... lasciala faccio da
solo.
Homer: figliolo i tuoi guai sono i miei guai, dobbiamo tentare, non
posso permettere che il mio unico figlio maschio venga fatto a pezzi da
una folla assetata di sangue, oggi moriremo insieme come padre e figlio
dovrebbero!
Reverendo Lovejoy [urlando]: inceneriamo l'eretico!
Barney: ehy, quello è Homer Simpson!!
Skinner: si è lui, con suo figlio Bart!
Burns: facciamola finita, uccidiamoli!!
[Bart si arrampica sulla statua]
Barney: ammazziamoli!
Bart: folla omicida vi supplico risparmiate le nostre vite, o almeno finchè non avrete ascoltato la storia di come ci è capitata in mano la testa dell'amato fondatore della città...
Barney: quanto dura questa storia?
Bart: aahh..più o meno 23 minuti e 5 secondi.
inferocito: no! Troppo lunga!
Apu: 23 e 05...
Krusty: va bene, va bene d'accordo sentiamola...
Kaprapall [Parlando insieme a Krusty]: speriamo che ci piaccia!
Bart: d'accordo! Tutto ebbe inizio domenica mattina...

[La scena si trasferisce in casa Simpon, nella classica scena in cui
Marge, attende i fimiliari ai piedi delle scale per andare a messa]

Marge: ragazzi! facciamo tardi in chiesa! Alzate in culetto e
venite subito giù!
[Lisa e Maggie scendono le scale mentre Bart scende dal corrimano]
Lisa: pronti per l'ispezione mamma!
Marge: molto carina Maggie; Lisa sei bellissima. Bart mettiti in
posizione!
[Bart si volta e si poggia a braccia aperte sulla porta, brontolando seccato]
Marge [Frugnado le tasche di Bart e trovandovi fionda e fumetti]: Bart! E vostro padre dov'è?
Homer [Saltando in piedi sul divano guardando la tv]: placcalo
placcalo! Oh no!
Marge: Homer!
Telecronista: abbiamo assistito a un colpo di scena, un risultato clamoroso.
Homer: no. Non è vero, cerca di essere obbiettivo per una volta nella tua vita.
Marge: dobbiamo andare Homer.
Homer: mi preparo ad andare in chiesa... non lo vuoi capire Marge ho 50 bigliettoni puntati.
Marge: oh Homer mi avevi promessi di ve...
Homer: ma non è un gioco d'azzardo Marge, è un piccolo strappo alla
regola.
[Marge mugugna arrabbiata]
Telecronista: un altro scatto ed è meta, un altra meta...
Homer: oh no! [disperatissimo]
Telecronista: c’è una grande euforia
[Homer si mette le mani davanti alla faccia e piange]
Marge [Girandosi e andando via]: caspiterina!

[la scena si trasferisce con tutta la famiglia in macchina e Homer
ancora arrabbiato]

Marge: mi dovete spiegare perchè ogni domanica mattina mi tocca fare l'appello? Sto solo cercando di portare un pò di bontà in questa famiglia.
Homer [Cercando una stazione alla radio]: oh...ma dove l'hanno
messo questo...dov'è la partita... ah [dopo aver trovato la partita]
Cronista radio: Prodasky non si da pace per quello che è successo prima, eccolo riceve, uno scatto ancora, meta!
Homer [suonando il clacson della macchina e facendo i fari]: e vai! ole!
Cronista radio: sta infiammando tutti qui. Stiamo assistendo al più strabiliante miracolo da quando Lazzaro si levò in piedi... [detto questo arrivano alla chiesa]
Homer: si lavo i piedi?!?

[Marge e i bambini scendono dall'auto e Bart ascolta il walkman]
Marge: andiamo siamo in ritardo! Bart devi promettermi che seguirai con interesse la lezione di catechismo...Bart? Bart? [urlando] Bart!
Bart [spaventato]: ah! Stai parlando con me?
Marge [Tirandogli il walkman fuori dalla tasca]: cos’è questo?
Marge: oh...uno stereo personalizzato? avevi intenzione di ascoltare
musica rock durante il catechismo?
Bart: forse...
Marge: oh mio Dio ti rendi conto Homer? Homer? Homer?

[Homer è in macchina che sbatte la testa nel volante e ripete no no!]
Radio: sembra ormai un incontro finito...si sta rivelando uno scontro durissimo...
Marge [affacciandosi dentro l'abitacolo]: che vuoi fare? vuoi restare in
macchina fino alla fine della partita?
Homer: magari.
Marge: è a causa del tuo comportamento irriverente che Bart crede di poter seguire il catechismo con la cuffia in testa e adesso muoviti! [Furibonda!]
[Homer guarda con piacere il walkman di Bart, che Marge ha lanciato nel
sedile della macchina]

Homer: mmhhh [prendendo il walkman]

[La scena si sposta nell' aula del catechismo]
Alunna: ci sarà il mio cane Pepo?
Maestra: mi dispiace ve, ma la risposta è no!
Alunna: perchè no?
Maestra: perchè il paradiso è per le persone!
Lisa: e il mio gatto Palla di Neve può venire?
Maestra: mi dispiace ve, ma la risposta è no!
Milhouse: ci saranno gli uomini delle caverne?
Maestra: assolutamente no!
Bart: ah maestra, diciamo che sei una persona molto buona ma vieni coinvolto in una rissa terribile e la tua gamba va in cancrena e devono amputarla, andrà in paradiso ad aspettarti?
Maestra: per l'ultima volta Bart, Si!

[In chiesa, durante la messa]
Rev. Lovejoy: l'oggetto della predica di oggi beate creature è il gioco d'azzardo che ho definito l'ottavo peccato mortale. Oggi è domenica il giorno del signore eppure in questo preciso istante milioni di voi non sono nella casa del signore; sono nella propria casa a venerare un falso idolo, il football, beate creature. Oh signore...
[l'inquadratura va verso Homer che ascolta la radio al walkman]
Cronista radio: è una domenica meravigliosa il tempo è perfetto per questo straordinario incontro comunque questo programma vi è offerto dall'irrefrenabile birra buker...non ne prendi mai abbastanza! [Si vede, dalla soggettiva di Homer, il prete che parla ma si sente la radio] Ora, siamo in attesa di questo calcio determinante, [Homer si mette a mani giunte e contemporaneamente anche quelli che seguono la messa lo fanno] rimangono pochi tic tac di orologio, se ce la fanno avranno compiuto una splendida rimonta, ma la palla deve percorrere 45 Yard conto vento...
Homer: fallo fallo fallo...
Cronista radio: il calcio è partito...
Homer: oh ti prego ti prego ti prego...
Radio: san Gennaro è buono!
Homer [alzandosi in piedi e urlando]: è buono! è bello! è bello!
[tutta la chiesa si gira verso Homer]
Homer: è bello vedervi tutti riuniti in chiesa!
Rev. Lovejoy: per favore si sieda Homer.
Marge [tirando giù Homer da una spalla]: si, siediti Homer! Siediti!

[Scena torna al catechismo di Bart]
Maestra: ma te l'ho detto, il ventriloquo va in paradiso, ma il
pupazzo no, non può!
Bart [alzando la mano]: ehi ehi, tocca a me!
Maestra: che c'è Bart? [con voce un pò seccata]
Bart: che succede a un robot con il cervello umano?
Maestra: non lo so, tutte queste domande...è troppo chiedere di non essere ciechi, di avere un pò di fede?
[I bambini si alzano dalle sedie e scappano via]
Maestra: non dimenticate la prossima settimana, ricordatevi di leggere!

[Scena si trasferisce all'uscita della chiesa, col reverendo Lovejoy che saluta la gente]
Signora: è stato divinamente bello padre.
Lovejoy: sono felice per te beata creatura.
[Homer e famiglia passano all'ingresso]
Lovejoy: senti Homer pare proprio che oggi la mia predica ti abbia colpito.
Homer: cosa? Oh si...è stato divino!
Marge [Spingendo Homer infuriata]: dai, cammina!

[La scena si trasferisce in macchina, con i Simpson che tornano a casa]
Marge: Homer ci hai fatto fare una brutta figura di fronte a tutta la
congregazione, e la predica di oggi era una di quella che avresti
dovuto ascoltare!
Homer: di cosa si tratta?
Marge: del gioco d'azzardo!
Homer: oh...tesoro non ha detto così, non ha detto per caso che in certe circostanze si può fare non l'ha detto vero? [parlando velocemente]
Marge: no! Senti non voglio più toccare quest'argomento davanti ai ragazzi. Lisa, Bart, cosa avete imparato oggi di bello al catechismo?
Lisa: abbiamo approfondito alcune questioni teologiche.
Bart: si tra le altre cosa sai pà, le scimmie non vanno in paradiso.
Homer: cosa? Quelle piccole tenere scimmie? Ma è terribile! Chi ti ha
detto questo?
Bart: la maestra!
Homer: posso capire che nelle alte sfere non vogliano le scimmie che vivano nella giungla selvaggia ma per quale motivo quelle buone no? Quelle che vivono come noi, che vanno sugli skateboard, che fumano i sigari.
[Passano con la macchine di fronte a un cinema]
Bart [Guardando verso il cinema fuori dal finestrino]: fico, i mutanti spaziali 4! [suoolicando] Fatemi scendere, fatemi scendere e dai!
Marge: niente da fare signorino.
Homer: Marge sono solo mutande spaziali.
Marge: oh no sò bene come sono quei film, uccidono persone innocenti, mangiano carne umana, ti verranno un mucchio di brutte idee!

[In casa Simpson]
Bart: ehy Homer, posso avere 5 dollari?
Homer: spero che tu non hai intenzione di andare a vedere un certo film con certe mutande spaziali che una certa madre ha detto che non devi andare a vedere... de hi hi ho ho ho!
Bart: ahahaha! Cassa l'idea pà!
Homer [Dando i soldi a Bart]: tieni figliolo, sii generoso, questo è quello che dico sempre, va, va!
[Bart sale a cambiarsi, lasciando i vestiti lungo il corridoio prende lo skate e si cala giù dalla finestra di camera sua. E si reca verso il cinema]
Bart [canticchiando]: metallo duro!

Secco: ehy pischello!
Bart: cosa? [Girato verso Secco. Poi sbatte in un palo e cade a
terra]

Secco: bravo, bell'atterraggio!
[Patata ride]
Bart: non mi sono fatto niente!
Patata: ah si? Allora rifallo!
Bart: no... potrei spiaccicarmi la faccia e assomigliare a te!
Secco: ahahah!
Patata: oh fungo marcio... [Avvicinandosi minacciosamente a Bart]
Secco: no patata lascia stare il ragazzo, mi piace!
Bart: sul serio?
Secco: si sei uno forte, allora come ti chiami?
Bart: Bart Simpson!
Secco: questo qui è Patata, io mi chiamo Secco!
Bart: non hai bisogna di presentarti, sei il peggio della scuola!
Secco: grazie!
[Nel frattempo si apre la porta del retro del cinema e si affaccia Spada]
Spada: pss, semaforo verde!
Bart: ma voi entrate così? Di straforo?
Patata: ti credo, ormai solo i fessi pagano per entrare al cinema, tappo!
Secco: dai Bart vieni!
Bart: ma entrare di straforo è praticamente come rubare!
Patata: praticamente?
Secco: praticamente è rubare!
Bart: beh d'accordo, volevo solo essere sicuro che non ci stavamo illudendo!

[Dentro il cinema, durante il film. La scena è sulla macchina parcheggiata in una stradina nascosta. Ci sono un ragazzo e una ragazza sopra]
Ragazza: mi è sembrato di aver sentito qualcosa.
Ragazzo: ah dai lasciati andare tesoro
[Bart guarda con ammirazione Secco che mette i piedi sul sedile davanti e lo imita]
Ragazza: mi sembra di sentire qualcosa di inumano, dei rumori.
[Bart fa una pernacchia con le mani e gli altri tre ridono]
[Nel film compare alle spalle dei due ragazzi, mentre si stanno baciando il mostro e contemporaneamente una guardia prende da dietro Bart e Secco, sollevandoli per le spalle]
Guardia: brutti furbacchioni, venite con me! [sbattendoli fuori dal cinema] fuori delinquenti, e la prossima volta chiamo i vostri genitori.
Patata: ah si? tanto non abbiamo più voglia di vedere questa palla di film!
Spada: non considerarci più tra i tuoi clienti fissi.
[I ragazzi vanno via]
Secco: ah Bart non ti ho detto che sono stato sbattuto fuori da tutti e quattro i film degli alieni transformers?
Bart: che livello!

[I ragazzi entrano al Jet Market]
Bart [Rivolto ad Apu]: vorrei 3 Jumbo super ciliegiati e un doppio jumbo al gusto naturale signore.
Apu [Mentre si gira verso le macchinette dei frullati]: d'accordo, ma attenti ragazzi non prendere niente, io sto guardando, gli occhi ho anche dietro la testa!
[Apu da a Bart i frullati]
Bart [Dando i soldi ad Apu]: non preoccupatevi ragazzi, oggi offro io, sii generoso, è questo che dico sempre! De hi hi he!
[Barti si gira e non vede più gli amici, quindi esce fuori e li trova a mangiare e leggere fumetti]
Bart: ehi dove avete preso quell'abbonamento per la ...(?)...!?
Spada: ci siamo fatti un autosconto!
Bart: avete rubato?
Secco: si, e grazie per aver fatto il palo per noi!
[I bulli prendono dalle mani di Bart i loro jumbo]

[I ragazzi si recano alla stata di Jebediah Springfield e cominciano a tirare pietre alla statua]
Secco: tocca a te Bart!
Bart: ma, lui è quello che ha fondato Springfield, ha costruito il nostro primo ospedale con tronchi e fango, se non fosse stato per lui tutti i coloni sarebbero morti nella grande tormenta dell'848!
Secco [assieme a Spada e Patata]: e allora?
Bart: e allora... guardate come lo becco dritto dritto in mezzo agli occhi!
[Bart lancia una pietra e un negoziante lì vicino esce dal negozio]
Negoziante: ehi, che state facendo lì, abbiate un pò di rispetto piccoli insolenti incapaci!
Secco: ce la stiamo facendo sotto... [sghignazzando]
Negoziante: fannulloni, delinquenti...ehi voi!

[I ragazzi sono ora sdraiati in un parco]
Patata: lo sai che se ti metti a fissare il cielo le nuvole cominciano a muoversi e somigliano proprio a un sacco di cose!
Spada: ma cosa dici non è vero.
Patata [indicando una nuvola]: si, è vero! Guarda la vedi? Quella somiglia a una castagnola.
Secco: si, hai ragione. e quella somiglia a uno che si è beccato una coltellata nella schiena [indicandone un’altra].
Secco: e invece questa qua è un pullmino in fiamme che corre verso una scarpata con tutti i ragazzini dentro che fanno casino!
Bart: guardate quella sembra proprio la statua del fondatore della
nostra città, Jebediah Springfield!
Spada: che Stronzata!
Bart: ma si...intendo senza la testa!
Spada: ah...allora si
Secco: non mi dispiacerebbe se qualcuno gli staccasse quella cacchio di testa!
Bart: Sul serio?
Patata: pensa che storia...
Spada: starebbero tutti con le ginocchia per terra.
Bart: ma ragazzi dai, non ricordate le lezioni di storia? Una volta Jebediah uccise un orso grosso mettendogli le mani addosso!
Spada: ma non mi dire...
Patata: ci siamo scordati che avevate una tresca insieme voi due [Prendendo in giro Bart]
Secco: che c'è è diventato il tuo ragazzo?
Bart: piantatela scemi dateci un taglio!
Secco: mi ero sbagliato sul tuo conto, ti credevo un fico come noi.
[Bart Va via e i ragazzi lo deridono]

[E’ sera. Bart passa vicino alla statua la osserva e ha un’intuizione]
Bart: cacchio! [e corre verso casa]

[Casa Simpson. Homer in cucina sta parlando con Maggie mentre legge una rivista sul bowling]
Homer: Cacchio, guarda che merviglia questa palla da bowling Maggie, vedi un modo migliore per spendere il centocinquantone guadagnato col sudore delle mie braccia? [guardando una pubblicità di una palla da bowling] ah tutta nera omogeneizzata, profumo francese alla 007, operazione thunderball...i birilli non sapranno mai cosa li ha colpiti!
Bart: pà, posso chiederti una cosa?
Homer [prendendo in spalla Bart]: certo cosa c'è rospo?
Bart: beh, mi stavo domandando, nella vita è molto importante essere apprezzati?
Homer: è questa la domanda figliolo? Allora ti dico che essere apprezzati è la cosa più importante!
Bart: allora a volte si possono fare delle robe anche un pò infami se servono a farsi accettare dagli altri?
Homer: non stai parlando di uccidere qualcuno vero?
Bart: no!
Homer: sicuro?
Bart: si!
Homer: allora buttati, un ragazzo senza amici è come una palla da bowling senza il nucleo centrale liquido.

[3 del mattino, la sveglia di Bart suona. Il ragazzo la spegne subito e si prepara ad uscire vestito di nero e con la testa incappucciata. Controlla che i suoi dormano e scende dalle scale scivolando sul corrimano. Prende il gatto con se e esce dalla finestra. Si reca furtivamente verso la statua di Jebediah e le taglia la testa con un seghetto]
Bart [una volta che ha staccato la testa]: Cosa ho fatto?!

[L'indomani mattina in casa Simpson. Bart si sveglia con la testa al suo fianco e urla]
Marge [da fuori camera, sentendo Bart urlare]: bart, stai bene?
Bart: ah, si. Ho il morale alle stelle!
Marge: allora portalo giù a colazione.

[Durante la colazione Homer legge una rivista]
Homer: mh, guarda qui. il martello di Thor spedirà i birilli nel val alla? [mangiando]Lisa ma che?
Lisa: il valalai è dove vanno i Vichinghi dopo la morte.
Homer: i soliti raccomandati...
Bart [Con un mega zaino sulle spalle]: buongiorno! Buongiorno!
Radio: interrompiamo mambo per niente per trasmettere un notiziario straordinario. Questa notte alcuni vandali hanno brutalmente decapitato la statua di Jebediah Springfield, l'illustre fondatore della nostra città. Ci colleghiamo ora col municipio dove in questo momento si trova il capo della polizia Winchester.
Commissario: beh, bah, boh...

[Winchester alla conferenza stampa]
Winchester [triste]: non abbiamo nessun testimone, nessun sospetto e nessuna pista. Se qualcuno ha delle informazioni vi preghimo di fare lo zero e chiedere della polizia, ripeto numero zero.

Radio: rimanete sintonizzati su questa emittente, vi informeremo... [Con voce tristissima]
Bart: è solo una statua!
Marge: è la statua del pioniere fondatore della nostra città.
Lisa: è il simbolo di quello che può fare ognuno di noi usando il cervello.
Homer: solo una statua? La statua della libertà è solo una statua? La torre di pisa è solo una statua?
[Si sente il clacson del pulmino della scuola]
Bart: Oh oh...il pullmino della scuola! [raccogliendo lo zaino] Forza Lisa alza le chiappe!
Marge: facciamoci coraggio, dobbiamo essere forti come quando Jebediah schiacciò l'orso.
Lisa: è un orrendo misfatto.

[Da Boe]
Boe: va bene forza forza ragazzi dobbiamo andare avanti con la nostra vita, dobbiamo cercare di lasciarci questa tragedia alle spalle.
Barney: hai ragione Boe, dammi una birra per favore, non peridamo la
testa anche noi.
[Boe scoppia a piangere]

[Alla casa di riposo di Springfield. Nonno Simpson è con gli altri anziani nel salotto]
Nonno Simpson: l'ho detto e lo ripeto, e se non basta lo ridico, è stata una bravata assurda, spero che trovino quel teppista che l'ha fatto e spero che stacchino la testa anche a lui.
[Coro di approvazione da parte degli altri vecchi]

[Bart raggiunge al parco Secco e gli altri, seduti di fianco al cartello “keep off the grass”. Ha con se la testa nello zaino]
Bart: ciao gente, che fate?
Secco: stavamo dicendo che non vediamo l'ora di incontrare chi ha tagliato la testa a quella statua.
Spada: mi piacerebbe averlo qui in questo momento quello scemo.
Bart: ah si?
Patata: così potremo spezzargli le ossa a quell'imbecille!
Secco: giusto amico, facciamolo a fettine!
Bart: cosa? Ma ieri non avevate detto che sarebbe stato una figata staccargli la testa e far incacchiare tutta la città?
Patata: se ne dicono tante di cavolate amico.
Secco: è chiaro tirare i sassi è una cosa capisci, ma io non staccherei mai la testa a uno che ha fatto fuori un orso solo con le sue mani! Cos’hai li dentro Bart? [indicando lo zaino di Bart]
Testa di Jebediah: la mia testa!
Bart: ah!
Secco: ti ho chiesto cos'hai nello zaino Bart.
Testa di Jebediah: coraggio Bart diglielo, c'è la testa di Jebediah Springfield!
Bart: Devo andare ciao! [Prende lo zaino e corre via]

[Bart passa con lo zaino alla statua e vede tutti tristi sotto la statua]
Testa di Jebeduiah: guarda cos'hai fatto, volevi essere popolare, adesso sei il ragazzo più odiato della città.
Bart: tu non mi stai parlando vermante sei solo la mia fervida immaginazione.
Voce: ah si? Dici?
Bart: stà zitto! ...Volevo che loro mi acettassero.
Burns [guardando Bart e rivolto a Boe]: il bambino mi sembra scosso.
Boe: può biasimarlo?
Burns: no, non posso. [e scoppia a piangere]
Smithers: su, su sig. Burns. Su.

[Bart torna a casa]
Lisa: ehi Bart, dove vai?
Bart: in camera mia.
Lisa: non guardi Krusty il pagliaccio?
Krusty [alla TV]: c'è qualcuno lì fuori nel paese di Krusty che ha commesso una grave atrocità, se sapete chi ha tagliato la testa di Jebediah non mi importa se si tratta di vostro figlio, vostra sorella, vostro padre o vostra madre denunciateli, e Krusty vi manderà un fischietto gratis come quello di telespalla Bob!
[Telespalla Bob fischia col fischietto]

[Bart è in giardino e sta per sotterrare la testa]
Testa di Jebediah: aspetta un momento, non avrai intenzione di fare quello che penso tu stia facendo?
Bart: scusa amico, o te o me!
Testa di Jebediah: sai Bart, non c'è bisogno di fondare una città per essere eroe, a volte un eroe può essere un ragazzino capace di farsi avanti ed ammettere di aver commesso un errore
Bart: si beh ti ringrazio, ma al momento sono un pò a corto di coraggio.
testa di Jebediah: comunque pensaci, d'accordo figliolo?

[Casa Simpson, si guarda alla tv un programma su Jebediah]
Narratore [alla TV]: Jebediah, Obediah, Zaccariah, Melodiah Springfield venne ad ovest nel 1838, lungo la strada incontrò un orso potente e lo uccise con le mani solamente. Storici moderni hanno recentemente scoperto alcune prove che dimostrerebbero che fu l’orso a uccidere Jeb. Ma se l’orso ha ucciso il Jeb o se il Jeb ha ucciso l’orso...
[Entra in sala Bart con la testa di Jebediah in mano]
Bart: mamma...
Homer: l'ho sempre saputo! [arrabbiato e correndo verso Bart]
Marge: perchè Bart, perchè?
Homer: si, perchè? Bacarospo!
Bart: perchè volevo piacere a dei ragazzi molto cattivi, non so come mai mi è venuta l'idea che essere popolare fosse la cosa più importante al mondo.
Marge: ma chi è che ti ha messo in testa un idea così ridicola?
Homer [sentendosi toccato]: eh...non tartassare il ragazzo Marge, è
un bravo figliolo smettila di farli il terzo grado.
Marge: oh Homer! Tu c'entri qualcosa in questo?
Homer: oh, forse perchè mi sento un tantino responsabile...
Marge: un tantino?!?
Homer: coraggio figliolo, restituiamo la testa alle autorità!

[Si ripete la scena iniziale]
[Homer e Bart (con la testa di Jebediah Springfield in mano) passeggiano per le strade di Springfield]
Homer [Confessandosi con Bart]: sai Bart, quando avevo la tua età,
anch'io ho fatto un paio di stronzatine, ma vedi la gente è più
comprensiva se gli dai la possibilità di capire quello che… [urla
insieme a Bart]

Sig. Burns [Insieme a tutti gli abitanti di Springfield]: eccoli gli
assassini, dobbiamo punirli! [Urlando e con pericolose fiaccole in
mano]

[Homer e Bart scappano urlando spaventati]
Sconosciuto [voce fuoricampo in mezzo alla folla]: Uccidiamoli , uccidiamoli!!

Bart [Tornando alla scena inziale]: beh questa è la mia storia. E se per caso volete ancora fare a pezzi questo giovane studente di catechismo che si trova sull'orlo della salvezza attendo la vostra collera, ma vorrei aggiungere una cosa, è stato solo dopo che ho rimosso la testa di Jebediah Springfied che ci siamo resi conto che stavamo dando per scontato le nostre radici, anche quello era un reato, reato di cui penso siamo tutti colpevoli!
Sconosciuto [fuoricampo]: beh certo certo...ha ragione!
Bart: e so che proverò sempre una vergona molto più grande di quella di qualsiasi punizione voi vorreste infliggermi, molto molto più grande, molto molto molto più grande!
Krusty: per qualche motivo non ho più nessuna voglia di uccidere!
Caprapall: neanche io!
Bart: papà...
[Homer passa a Bart la testa, che la rimete al suo posto]
Voce Jebediah: grazie Bart!
Sconosciuto: è stupenda!
Burns: ti voglio bene Smithers.
Smithers: il mio sentimento è ancora più profondo.

[La folla esulta e canta 'evviva evviva Jebediah! La sua testa era via. E’ tornata e così sia! Evviva evviva Jebediah' e Bart salta in braccio a Homer]


[un caloroso ringraziamento a TheBlindBg]