Ricerca:
                                                                                                                                                                                                  In questo periodo I Simpson non sono trasmessi su nessun canale televisivo Italiano, visita sempre l'Hoemrata e iscriviti alla NewsLetter per restare sempre aggiornato.                                                                                                                                                                                                   
il cartone il film il cartoneil cartoneextras

HOMEPAGE > IL CARTONE > EPISODI CAPSULA

Capsula

La donna è immobile [5F06]

Capsula dell'episodio

fiogf49gjkf0d
[Homer apre e beve una Duff mentre è sdraiato sul divano]
Homer: Quanto mi piace spaparapacchiarmi il sabato.
Marge: é mercoledì Homer.
Homer[urlando]: il lavoro!
[si sente il rumore della macchina che sgomma via]

[Homer, con una ciotola di pop corn sulla pancia, e Marge seduti sul divano, questa volta il vero sabato]
Homer[respiro di sollievo]: il vero sabato mi fa impazzire, è così,così rilassante[con la faccia imbronciata]non come quel sabato fasullo che mi ha quasi fatto licenziare.
[Homer prende con la lingua i pop corn]
Marge: mmh mahh.non faremoaltro che starcene qui oggi.
Homer: assolutissimamente.
[Homer succhia altri pop corn, uno gli va di traverso ma poi lo ingoia facendo un altro respiro di sollievo:questo succede dinuovo]
Marge: sai Homer, comincio a rendermi conto che la vita è molto breve.
Homer[sbalordito alzando la schiena dal divano]: davvero?
Marge: dobbiamo vivere in pieno il tempo che abbiamo.
Homer[con aria quasi preoccupata]: davvero?
Marge: altrimenti rischiamo di svegliarci una mattina e renderci conto di aver sprecato tutta la nostra vita.
Homer: ahh,ti riferisci a quello[risata sarcastica di Homer]
[a Homer vanno di traverso altri pop corn e Marge legge un giornalino chiamato “Springfield”
Marge[sorpresa]: gli amici della biblioteca hanno organizzato una mostra di manoscritti storici.
Homer[disgustato]: gli amici della biblioteca.
Marge[leggendo ancora, rimane sbalordita]c'è un festival della zalea al giardino pubblico.
Homer: ahh, ci sono stato ieri.
[Marge non capisce]
Homer: Lenny ci teneva così tanto.
Marge[si alza con aria furiosa]: sono stanca di starmene stipata qui tra queste quattro mura.
Homer: apri la finestra.
[Marge si arrabbia]
Homer: e vabbene ho afferrato tesoruccio infilati qualcosa di carino perchè...si va più in là, fuori.

[si inquadra un cartello con scritto “polizia asta dei beni sequestrati”(police seized-property auction)
Marge[arrabbiata]: un'asta della polizia?
Homer: ma ci pensi, è già passato un anno.
[Homer e Marge camminano tra la merce all'asta]
Homer: mitico tesoro, guarda che bel bottino confiscato, forse troveremo la barca da contrabbando dei nostri sogni
Marge[sempre arrabbiata]no voglio una barca da contrabbando.
Homer: scommetto che ci sono anche vestiti e aspirapolveri da contrabbando, vero cara?
Winchester[urlando per farsi sentire dalla gente seduta davanti a lui,espone un cancello con sopra la scritta “Jhonny D”]: ascoltate, statemi a sentire, questo prestigioso cancello in ferro battuto è antiproiettile, anti bomba e anche anti cozzata d'ariete
Skinner[si alza]: che fine a fatto Jhonny D?
Winchester: si era dimenticato di chiuderlo,allora quanto offrite?
[un messicano alza la mano]
uomo messicano: un chilos.
Winchester[con aria felice]: venduto.
[l' inquadratura si sposta sul carcere dove si vedono vipera e un altro detenuto affacciati alla finestra della cella]
Jhonny D: ahiahiahiahiahi il mio cancello, mi fu regalato da Jhonny C
Vipera[contento]: iellaccia amico mio.[risata singhiozzata]
Winchester: passiamo al prossimo articolo.[scopre una macchina, quella di vipera]
Vipera: [sorpreso e allo stesso tempo triste]oohu no!
Jhonny D[contento]oh, si, guarda mettono all'asta la tua macchina.perbacco che (?chiccheria?sciccheria?)
Vipera[con tono arrabbiato]: spezzerò in due chiunque compri la mia banditì
Winchester[batte con il martello]: venduta
[Homer esulta davanti alla macchina appena comprata e salta in macchina facendo rumori da formula 1]
Marge: hai comprato una macchina senza consultare me?
Homer[offeso]: non mi risulta che tu m'abbia consultato quando hai comprato quel cappello.
Marge: questo cappello l'ho trovato.
Homer: e allora cos'hai da lamentarti?tu il tuo l'hai avuto[batte la mano sul sedile per dire a Marge di salire]
[Marge sali in macchina imbronciata e Homer parte a tutto gas.il cappello di marge vola e cade a terra.Homer guida come un forsennato con una faccia da duro felice]

Marge[preoccupata di fare un incidente]Homer... sta attento.
Homer: è già bisogna stare attenti a quando si fanno acrobazie come questa.[Homer batte sul marciapiede e fa rimanere la macchina su due ruote. Marge fa un urlo di paura fortissimo]
Marge[molto preoccupata]Homer fermati voglio scendere!
Homer: sei tu il capo.[e si ferma]
Marge[arrabbiata]non metterò più pide in questa macchina finchè non guiderai da persona assennata.
Homer[partendo a tutta birra]: ciao cara addio ti amoo!

[Marge cammina sul marciapiede e incontra Lionel Hutz, il loro avvocato, che pianta un cartello “in vendita”]
Lionel Hutz: ooh bhee sa, se viveva qui sarebbe già arrivata a casa.
Marge[sorpresa]signor Hutz!non sapevo che vendesse immobili.
Lionel Hutz: certo non lo sapeva, dovremmo parlare più spesso Marge.[dandole il suo biglietto da visita]vede l'avvocature va un po' a rilento, e siccome molti dei miei clienti finiscono col perdere la casa, la mia è stata una mossa più che...[interrotto da Marge]
Marge[ pensierosa]aiutare la gente a trovare casa... dev'essere gratificante!
Lionel Hutz: si si si guadagna bene, ma vedi (?pertricotica?), quel che è più bello è che puoi abitare nella casa finchè non la vendi.[un gruppo di cani arriva dal signor Hutz]forza licantropi, il bagnetto[tornando nella casa]
[Marge guarda il biglietto con un'idea in testa]

[Homer è nella sua nuova macchina e Boe e Barney la stanno ammirando]
Boe[con tono meravigliato]: caspita!ma questo bolide è più truccato di una bella femmina.non ti sapevo un patito della motoristica Homer.
Homer[con l'aria da duro]: ohh si sono un super esperto io.
Bor[alzando il cofano della macchina]: che cos'è, un sei cilindri holley?
Homer: puoi dirlo forte.
Boe: iniettori edelbruk?
Homer: solo il meglio.
Boe: ponterie meyerof?
Homer: aaltro che.
Boe: guarda che l'ultima l'ho inventata.
Homer: capisco.

[i Simpson sono tutti a tavola a cenare, e Marge legge un libro chiamato “real estate law”]
Marge[che si inizia ad appasionare alla vendita di case]: vendere immobile potrebbe essere esattamente l'attività che sto cercando, non mi dispiacerebbe affatto provarci.
Homer[mentre sta tagliando qualcosa nel suo piatto]: no lo so Marge, provare è il primo passo verso il fallimento[rovescia tutto il cibo del suo piatto sul tavolo]
Marge[preoccupata]: caspiterina ne ho di cose da imparare per quell'esame.
Lisa: sta tranquilla, ti aiuteremo noi a studiare.
Bart[con la faccia soddisfatta]: ovviamente dovremo tralasciare i nostri compiti.
Marge: conto su di voi, perchè è, è difficile.
[Bart e Lisa si guardano non capendo]

[Marge studia e Bart e Lisa fingono di essere una coppia in cerca di casa per aiutare la madre in difficoltà]
Marge: allora siete sposati e siete in cerca della vostra prima casa, signor e signora...?
Bart: Superman.
Lisa[ride con una voce stridula]: non dia ascolto a mio marito,eh eh è solo un idiota.ora io sono una veterinaria e devo tenere in casa molti animali ammalati, ma questo è permesso?
Bart[con la faccia imbronciata]: non certo in casa mia.
Marge: beh, questo quartiere rientra nella zona R3, sono permessi cani, gatti, scimmie centraliniste, e ohh[da una sbirciatina sul libro ma poi si siede sul divano molto triste]ahh, non imparerò mai questa roba a memoria.
Lisa: quando dovevo imparare la Magna Carta inventai una canzoncina:[lisa canta a ritmo di Doodha]
nel 1215 a Runnyemede, i nobili e il re si accordarono doodhoda de.
Bart: avremmo dovuto convivere prima.

[Marge, Bart e Lisa ballano e cantano davanti a Homer seduto sul divano]
Marge,Lisa,Bart: nel giorno stabilito gli addetti agli atti ballano, tasse di interessi col mutuo agevolato.
Bart[canta da solo]: una mamma per le banchee!
Homer: siete tutti pazzi.

[viene inquadrato un cartello con scritto “test per l'immobiliare 75$, o al miglior offerente”(real estate test $75.00 or best offer. Marge sta facendo l'esame dentro all'aula.]
Marge[mentre pensa alla canzoncina con lo sguardo contento]: e servitù!
[suona il timer per l'esame]
direttore dell'esame: tempo scaduto, potete reciprocamente indebolire la fiducia in voi stessi.[si alza ed esce dall'aula]
vecchio marinaio[parla a Marge]: arr, quella sulle case galleggianti l'ho azzeccata, e tu?

Marge[torna a casa con il foglio del test in mano]: l'ho superato
Bart,Lisa: evviva sei mitica (Bart) sei grande(Lisa)[Bart guarda un pezzo di cartone in mano con la scritta “avrai più fortuna la prossima volta”(better luck next time) davanti e dall'altro lato “congratulazioni”(congratulation) ma rivolge in avanti la scritta sbagliata. Bart e Lisa corrono ad abbracciare Marge]
Marge: oh grazie Bart, grazie Lisa per tutto il vostro aiuto.
Homer: e io?non hai ringraziato me.
Bart[incacchiato]: tu non hai fatto niente.
Homer[dispiciuto]: a me piace essere ringraziato.

[Marge è accompagniata dal signor Hutz al “Red Blazer Realty”, per essere portata al suo ufficio. si vede un cartello esposto in vetrina con scritto “gli agenti con una commissione del 6%”(the 6% commission people)]
Lionel Hutz: e benvenuta nella serie A, Marge in questa stanza sono raccolti oltre 50 anni di esperienza immobiliare, 42 di questi appartengono a Gil.
[Gil si alza dalla sedia e stringe la mano a Marge]
Gil: Marge è un vero piacere per me.[con aria preoccupata tira il braccio di Marge per avvicinarla sussurrando]hai qualche potenziale acquirente, mi servono acquirenti, aiutami
[il signor Hutz allontana Marge, e fa segno a Gil di stare zitto]
Lionel Hutz: bono bono Gil, fai pena ma falla da solo.
[Gil china la testa in giù]
Lionel Hutz: ti presento Kuchiwon, il numero uno nella zona del Wessaid
Kuchiwon[stringe la mano a Marge]: ciao Marge[la avvicina a lei con aria minacciosa] sta alla larga dal Wessaid
Lionel Hutz: questo soggetto è Nick Alan
Marge[mentre Nick parla con un telefono cuffia]: un telefono cuffia? credevo che esistessero solo nei film.
[Nick Alan suona un campanaccio orgogliosamente]
Lionel Hutz: cià pure un campanaccio.
Nick Alan: evvai, ragazzi indovinate un po' chi ha venduto casa Whithmore?
[tutti lo applaudono]
Gil: ma come ha fatto, sono 21 anni che cerco di vendere casa Whithmore.
Lionel Hutz[tenendo in mano un blazer rosso da far indossare a Marge]: ed ora Marge ti do il ridente benvenuto nella nostra famiglia con questo elegantissimo blazer rosso tutto tuo
Marge[meravigliata]: per me?
[Marge indossa il blazer mentre gira su se stessa e tutti la applaudaono.si vedono brillare una targa di una porta, un cestino, il dente d'oro di Kuchiwon, e la targa di Marge con sopra scritto”M.Simpson, sulla sua scrivania]
Marge[felicissima]: grazie, grazie a tutti, prometto di impegnarmi anima e corpo nel sostenere i principi e gli ideali che questa giacca rappresenta.tutti applaudono piano Marge]

Nick Alan[sicuro di se]: le concedo una settimana.
Kuchiwon[arrabbiata]: voi due state parlando del Wessaid?
Gil[terrorizzato]: no Kuchi , lo giuro sono, terrorizzato da te.

[Homer, Marge e i figli sono nella nuova macchina, che va a tutta birra. Bart e Lisa sballottolano a destra e a sinistra per le curve]
Lisa:la macchina non cel'ha le cinture di sicurezza?
Homer: cinture di sicurezza, ammazzano più gente di quanta ne salvano.
Lisa: non è vero, ti confondi con l'airbag.
[Homer rallenta e si ferma davanti al cartellone pubblicitario di Marge]
Marge: eccolo
Homer,Lisa,Bart[sbalorditi]: wow, un cartellone tutto per te(Lisa)stramegafico(Bart).
Homer: sai, in quella foto sembra che tu abbia un sederone.
Marge: è quello che pensavo anch'io, ma hanno detto che vende.
Bart: funziona per il re del legname.
[si vede il manifesto del re del legname che sculetta]
Homer[quasi ipnotizzato]: legname, ci serve del legname.

[Marge va alla casa di Boe per affari]
Marge: mi scusi signor Szyslak, ha mai pensato di vendere la sua casa?[Marge gli tende il suo biglietto da visita]
Boe: coosa?noo, perchè?cosa?perchè?cosa ha sentito?sta insinuando che mi trovo in guai finanziari?
Marge: noo.
Boe: e invece è così, mi dia quel bigliettino[strappa il biglietto dalle mani di Marge e lei rimane sconvolta]

[Marge sta facendo vedere una casa molto piccola al dottor Hibbert e a sua moglie]
Boe: e qui abbiamo una bellissima cucina da buon gustaio con fornelli a gas, apriscatole centralizzata e gommapiuma sotto il pavimento per massima stabilità.
dottor Hibbert: ma non è esageratamente gravida?[risata del dottor Hibbert che apre il forno, che però sbatte contro un cassetto]
Marge[un po' preoccupata]: beh si lo è.
dottor Hibbert: sono sicuro che ci abitueremo.
Marge: si, ma non è giusto giungere a compromessi, sapete ho sempre adorato la casa in cui vivete adesso.
dottor Hibbert: davvero?beh, forse dovremmo rimanere dove siamo. grazie per la tua sincerità Marge.
Marge[più contenta]: è stato un piacere.
dottor Hibbert: e se avessi bisogno di una ricetta, niente domande[fa l'occhiolino a Marge e poi ride]

[Marge sta facendo vedere la sala da bowling di una casa a telespalla Mel e a sua moglie che fa uno strike]
telespalla Mel: bel colpo Barbara. non ci posso credere, una casa col bowling incorporato
Marge: ci giocate spesso?
telespalla Mel[diventando sempre più triste]: a dire il vero è la prima volta e, e non è che mi sia garbato molto.
Marge: ah, beh, allora dovete chiedervi se questa è esattamente la casa giusta per voi.
telespalla Mel[pensieroso]: credo di no. forse siamo solo stati attratti da questa simpatica placca[risata dopo l'apertura della porta con una placca con su scritto “bless this mess”]

[Homer e la sua macchina rombante arrivano allo stop e accanto a lui c'è il direttore Skinner in macchina]
Homer: hey Skinner, che ne dici se ci faccimao una corsa?
Skinner: la mia fidanzatina del liceo morì in una corsa automobilistica.
Homer: e daii sarà uno spasso.
Skinner[triste]: è quello che disse Debby Sue.
[il semaforo diventa verde ma la macchina di Homer si inceppa]
Homer[incacchiato cerca di far ripartire la macchina]: e forza avanti lancia brutta brutta, parti parti!
[Vipera vede tutto dalla prigione accanto mentre solleva un peso]
Vipera: ma quella è banditina, e mi sta soffrendo[getta a terra il peso e corre verso la porta con un cartello con su scritto “no escaping please”]
Vipera[arrabbiato]: vietato evadere, al diavolo la parola d'onore[apre il cancello e scappa]
Patata: hey, così metti nei guai tutti noi?
[Homer riesce a far partire la macchina e lascia una nuvola di fumo attorno a Vipera]
Vipera[ancora più arrabbiato]: fermo, quella è la mia macchina.[tossisce per il fumo e annusa]ma è odore di benzina normale,[urla verso Homer]va a super deficente, suupeer!villano.

[il signor Hutz va a parlare con Marge nel suo ufficio]
Lionel Hutz: cara Marge, ho ricevuto una quintalata di telefonate sul tuo conto.i clienti vanno pazzi per il tuo approccio privo di insistenza.
Marge: beh, come dice il nostro motto, la casa giusta per la persona giusta.
Lionel Hutz: si va bè bella de papà, però ascolta, è arrivato il momento di confidarti un segreto. la casa giusta è la casa che è in vendita, e la persona giusta è chi se la pia.
Marge[sbalordita]: ma io non ho fatto che dire la verità.
Lionel Hutz: oh ne sono certo, ma c'è verità[fa una faccia arrabbiata facendo segno di no con la testa]e verità.[fa una faccia contenta facendo segno di sì con la testa]ora ti faccio vedere io[apre un libro con foto di case in vendita.si vede una foto di una casa molto piccola]
Marge: è molto piccola.
Lionel Hutz: si dice moolto accogliente.[gira pagina e si vede una casa cadente]
Marge: questa è cadente.
Lionel Hutz: rustica.[gira pagina e si vede una casa in fiamme]
Marge: quella casa è in fiamme!
Lionel Hutz: venditore ardente.[gira pagina e si vede una casa bella e molto grande]
Marge: quella è bellissima.
[il signor Hutz, preoccupato, chiude subito il libro]
Lionel Hutz: no, lascia perdere quella [tira fuori un ritaglio di un giornale] è la casa della morte.
Marge: oh, ora ricordo, la signora Astor fu davvero fortunata.
Lionel Hutz[un po' arrabbiato]: senti capocciona, nessuno si aspetta che tu venda quella casa, ma ti conviene vendere qualcosa perchè questi scomparti sono per chi quaglia Marge, e chiunque non venda una casa nella prima settimana se ne torna a casetta sua.forse avrei dovuto accennartelo prima.

[Marge è a casa e sta mettendo la cena nei piatti mentre parla con la famiglia]
Marge[un po' triste]: credevo di essere disposta a tutto pur di riuscire negli affari, ma distorcere la verità...non lo so.
Lisa: non hai l'istinto del pescecane, che t'importa?
Homer: certo tesoro, anche se non hai successo nel campo degli affari sei sempre la migliore mogle e madre di tutto il mondo.
Marge[offesa scaraventa a terra il grembiule]: ah è così che mi vedete, una casalinga smidollata cucina patate che non può competere nel mondo reale?
[tutti, compresa Maggie, annuiscono]
Marge: invece posso competere eccome. io venderò una casa, punto e basta.
Homer: ragazzi, vostra madre è davvero molto stressata,perchè non le lasciamo sparecchiare la tavola in pace eh?
[tutti sene vanno dalla tavola e Marge è molto arrabbiata]

[Marge sta mostrando una casa cadente ai Flanders]
Marge: la prima casa che vi mostrerò è...il sogno di ogni amante del fai da te[fa un sorriso forzato ma subito si rattristisce]perchè è davvero cadente.
Ned: beh, niente è perfetto. non vorrei averti fatto venire fin qui per poi non comprare una casa.
Maude: non essere frettoloso, la rivista “come comprare una casa” dice che bisogna vederla dentro, prima di acquistarla.
[una parte della casa cade e si vede Lenny vestito male che sta mangiando da un barattolo]
Marge: beh, eccola qui.
Lenny[preoccupato]: vi prego non raccontate in giro come vivo.

[Marge sta mostrando la casa piccola, fatta vedere in precedenza con il dottor Hibbert, ai Flanders]
Maude[indecisa]: è molto piccola.
Marge: c'è chi la definirebbe accogliente.
Ned: sì, è piuttosto caruccietta.
Marge: ma piccolo, molto molto piccola.
Ned[che sta per dare un assegno a Marge]: mmh, beh così sembra davvero piuttosto...piccolina.
[Marge sempre più preoccupata gli porta fuori dalla casa]
Marge: bene questa era l'ultima casa disponibile nella zona.
Maude: un momento,e quella casa lì?c'è il cartello vendesi.
[viene inquadrata la casa della morte]
Ned[sbalordito]: quella sì che è una chicca, che ne dici Marge.
[Marge pensa al ritaglio di giornale che gli aveva mostrato il signor Hutz e gli fa entrare nella casa]

Ned: per dindirindindina, guarda un po' che roba.[guarda il biglietto della casa]ahh, e vedo che il prezzo è stato ripetutamente abbassato.
Maude: è una costruzione solida, i ragazzi potrebbero anche ammazzarsi e nessuno li sentirebbe.
Ned: lo dirò col cuore sulle labbra, mi piace da morire.[prende il libretto degli assegni]ti darò subito una caparra.
[Marge è molto preoccupata. Ned intanto compila l'assegno]
Ned: amenochè tu mi dia una ragione per non farlo.
Maude: c'è qualcosa che non ci hai ancora detto Marge?
[Marge pensa al signor Hutz che dice i due tipi di verità, alla donna uccisa nella casa della morte e a Lionel Hutz che dice: se non vendi una casa, tene torni a casetta tua, casetta tua, casetta tua]
Ned: allora Marge?
Marge[mentre pensa e guarda i Flanders]: no, non c'è assolutamente nient'altro da dire su questa casa.
Ned[contento]: per me va benissimo.[da l'assegno a Marge e subito dopo urla, facendo impaurire Marge, ma sta solo abbracciando le tende]
Ned: le tende viola, per tutta la vita ho desiderato le tende viola.[e urla dinuovo]

[il signor Hutz suona il campanaccio nel suo ufficio per avvisare tutti della prima vendita di Marge]
Lionel HUtz: attenzione,[si stacca la cordicella dal campanaccio]din din din din din, vabè, ascoltate gente, obelisco di capelli Simpson ha venduto la sua prima casa,[tutti la applaudono]la casa della morte[gli applausi aumentano]
Nick Alan: l'hai sparata grossa per essere riuscita a disfarti di quella trappola della morte.
: che tecnica hai usato Marge? la vecchia bleffa erbeffa, l'invoglio imbroglio, la truffa baruffa.[risata]
Marge[offesa]: no, no niente trucchi, si è trattato solo di arte del vendere.
Lionel Hutz[sarcastico]: certo Marge, “arte del vendere”.
Marge: è così.
Lionel Hutz: certo Marge, “così.
Marge: solo perchè gli ex inquilini sono stati fatti a pezzetti non significa che questo accadrà anche ai Flanders.
[tutti gli altri discutono]
Lionel Hutz: bene bene bene basta così, per aver portato a termine una vendita, hai diritto al tanto bramato blazer del terminator.
[Marge indossa il blazer con su scritto “closer”]
Lionel Hutz: e ricevi anche una terza parete per il tuo scomparto.[prende la parete di Gil, toglie i quadri e la da a Marge.
Gil: quella parete me la sono guadagnata.
Lionel Hutz[arrabbiato]: zitto zitto zitto, zitto zitto tu, sei appeso a un filo.
Gil[correndo verso una delle altr sue pareti]: questa qui me la sono portata da casa.

[Homer viaggia con la sua macchina e Vipera tende un filo tra due alberi sperando di tagliare la testa ad Homer al suo pasaggio]
Vipera: ohoh, ok. rapa pelata colpisce il filo, il capoccione si stacca, banditina si dirige dolcemente ad uno stop. una vittoria per tutti[fa oscillare il filo]
Homer[mentre viaggia in piedi sulla macchina]: questa bella arietta sul collo è proprio divina.
[Vipera è ansioso]
Homer: uh, una gomma![si abbassa evitando per un pelo il filo, e subito dopo si rialza mettendosi la gomma in bocca]
Vipera[shoccato]: ma che cosa ci provo a fare.
[intanto il padre di Milhouse sta viaggiando in macchina, alzando in alto un panino, poco prima del filo piazzato da vipera]
Kirk[arrabbiato]: avevo detto a quell' idiota di tagliarmi il panino.[il filo gli taglia il braccio]

[Ned Flanders sta mettendo le sue cose nel camion per i traslochi e i Simpson stanno assistendo]
Homer: mitico tesoro, hai venduto una casa e ti sei anche disfatta dei Flanders; cosa c'è per cena?
Ned: bene vicini vicinini, siamo giunti all'addio. forse è meglio che faccia in fretta, altrimenti comincierò a frignare come un pupetto.
Homer[indifferente]: si anch'io, se hai bisogno di aiuto basta chiedere.
Ned: beh, visto che ti sei offerto avremmo bisogno di...[Homer lo interrompe]
Homer: era così solo per dire sai.
[preoccupata]: addio Ned, se la minima cosa dovesse andare storta con quella casa, ti prego di chiamarmi subito, oppure suona al clacson, anzi perchè non rimani qui stanotte? ce ne andremo tutti in albergo.
Ned: è un' offerta davvero carinissima, ma siamo così stanchi che non vediamo l'ora di arrivare nella nostra nuova dimora e riposare in pace.
[Marge è preoccupata]
Ned: addio Simpson.
[i Simpson, tranne Homer, li salutano mentre partono]
Homer[rabbrividito]: la vecchia casa dei Flanders mi fa rabbrividire.

[Homer è in macchina e canticchia]
Homer: mi chiamo Luca,vivo al secondo piano[Vipera salta sulla macchina dall'alto e Homer urla
Vipera: ridammi la mia macchina ciccione.
Homer[un po' arrabbiato]: cosa? questa macchina è mia, e non sono ciccione, è solo una disfunzione.
Vipera[con tono sarcastico]: oh, come vuoi.
[Homer e Vipera vanno a destra e a sinistra perchè ogniuno tira il volante]

[Marge, rattristata sta guardando l'assegno per la casa e ad un certo punto immagina la colomba sul foglio che le dice: “devi dir loro la verità Marge, la veritàà”. allora va a bussare alla casa dei Flanders, ma la porta si apre da sola]
Marge: ehilà?c'è nessuno?[accende la luce e cammina finchè non urla fortissimo vedendo i Flanders stesi a terra macchiati di rosso]
Ned[mentre si alza da terra]: oh ciao Marge, scommetto che ti abbiamo spaventato. stavavamo dipingendo di rosso la camera di Todd, come puoi vedere, e poi siamo venuti qui per riposarci un po', e ci siamo addormentati.
Todd: camera rossa. camera rossa, da quella parte[indica col dito]
Ned: beh, sono felice di vedere che state tutti bene.[respiro profondo]sentite ho da dirvi qualcosa.

[Homer e Vipera si stanno azzuffando sulla macchina in corsa facendo sbandare altre macchine. Vipera tiene stretto il collo di Homer]
Homer: smettila!
Vipera: attento. ora sentirai un magnifico “crack”.
[Homer preme il freno ed entrambi finiscono sul cofano della macchina, ma una scarpa di Homer vola sull' acceleratore facendo partire nuovamente la macchina]
Homer[mentre picchia Vipera sulla faccia]: adesso,[pugno]adesso,[pugno]ti,[pugno]stendo,[pugno]carogna[pugno]io ti ammazzo[prende Vipera e porta la sua testa quasi sull'asfalto.
Vipera[preoccupato]: ehi, ma questa è una cosa pericolosissima.
Homer: si hai ragione.
[la macchina passa davanti a Winchester che dorme beato]
Winchester[si sveglia]: ah, che diavolo.[prende la radio]qui Winchester, segnala u codice 3 18, aver svegliato un agente di polizia.[parte all'inseguimento]

Ned[sbalordito]: questa è la casa della morte
[Marge annuisce dispiaciuta]
Maude: ti riferisci agli orribili omicidi del gelataio geloso.
[Marge annuisce dinuovo]
Ned[sbalordito]: ma certo,[cammina verso le scale] qui dev'essere dove lasciò cadere il pugnale.[apre la dispensa]e questa deve essere la dispensa dove si nascose la signora Astor,[va davanti al caminetto]e qui è dove hanno trovato la montagnola di resti umani, proprio davanti al nostro caminetto.
Maude: pensa un po' Neddy, siamo entrati nella storia di Springfield.
[Rodd e Todd stanno imitando il gelataio geloso e i resti umani]
Rodd: guarda papà, io sono il gelataio geloso.
Todd: e io un resto umano.
Marge: sono contenta che non siate arrabbiati, ma io vi ho mentito, e non sarò tranquilla finchè non vi avrò reso la caparra[da ai Flanders l'assegno ma Ned glielo ridà]
Ned: apprezziamo l'offerta Marge ma secondo me qui ci troveremo benissimo[apre la porta per far uscire Marge e si vede la macchina su cui sono Homer e Vipera che sta venendo contro la casa]
tutti urlano, la macchina finisce contro la casa che crolla un po' al centro, subito dopo arriva Winchester che fa crollare definitivamente la casa. Marge e i Flanders si sono salvati in un angolo della casa non crollato.
Ned: ehm, Marge, cel'hai ancora quella caparra?[Marge da l'assegno a Ned che lo strappa subito]
Homer[riviene senza danni]: mitico meno male che siamo finiti su questi fogli d'imballaggio.[prende un millebolle e inizia a scoppiettarlo]
Winchester: ehi, non fare l'arraffone![inizia anche lui a scoppiettare le bolle]
Vipera[ridotto malissimo per l'incidente]: ohi ohi, sono tutto rotto.

[Lionel Hutz, arrabbiatissimo, ha in mano un foglio con la stima dei danni]
Lionel Hutz: un bolide fracassato, una volante della polizia accartocciata, una casa distrutta, io ne ho abbastanza del tuo modo da ribelle Simpson, sei una mina vagante.
Marge: ma io...[interrotta dal signor Hutz]
Lionel Hutz: e quello che più me rode è che gli hai restituito il malloppone, il mio malloppone!
Marge: mi dispiace signor Hutz, ma non sono proprio capace di mentire.
Lionel Hutz[ride]: sei davvero unica Marge, quindi nessuno se merita più di te questo blazer, oh yeha[indossa a Marge un blazer con la scritta licenziata]a casa.
[Marge è molto triste]

[i Simpson son in macchina]
Lisa: sono fiera di te mamma, hai rifiutato di compromettere la tua integrità.
Bart: sì, hai fatto la cosa giusta...alla fin fine.
Marge: comunque sarebbe stato bello portare a casa almeno una busta paga.
Homer: e così sarà tesoro, così, così sarà.
[i Simpson vanno all' ufficio per la disoccupazione. all' interno ci sono molte persone, tra cui il padre di Milhouse, con il braccio fasciato]
Marge[mentre guarda il suo assegno]: 300 dollari per non avere fatto niente, ma io mi sento una ladra.
vecchio signore: non si preoccupi, col tempo ci si abitua.[bacia il suo assegno e dopo tutti sorridono]



Un caloroso ringraziamento ad Homerospo.