Ricerca:
                                                                                                                                                                                                  In questo periodo I Simpson non sono trasmessi su nessun canale televisivo Italiano, visita sempre l'Hoemrata e iscriviti alla NewsLetter per restare sempre aggiornato.                                                                                                                                                                                                   
il cartone il film il cartoneil cartoneextras

HOMEPAGE > IL CARTONE > EPISODI CAPSULA

Capsula

Homer contro il 18° emendamento [4F15]

Capsula dell'episodio

fiogf49gjkf0d
[scuola elementare di Springfield, Bart e Lisa salgono le scale]
Bart: sembri proprio stupida con quel vestito verde, ciuccellona!
Lisa [molto sicura di se]: strano! Io non mi sento affatto stupida…

[entrano nella scuola, stracolma di gente vestita di verde]
Bart: hey! Ma sono tutti vestiti di verde! [capisce la situazione] Oh no!
[l’intera folla si gira e corre urlando verso Bart]
Nelson: buon S. Patrizio brutto crumiro!
[e tutti lo riempiono di pizzicotti]
Bart: ao! Ao! Smettetela!!
Milhouse [ride farfugliando]: dovevi vestirti di verde, Bart!
Lisa [fuori dalla massa, in tono di comando]: nessuno gli sta pizzicando le gambe!
[arrivano altri studenti a pizzicare le gambe a Bart]

[davanti alla taverna di Boe]
Homer [evidentemente triste]: oh…già da qualche ora è la festa di S. Patrizio e non mi sono ancora sbronzato! Ah… [stizzito] ma quand’è che saranno le nove?
[si intravede Boe che arriva con una grossa bottiglia in mano, molto scocciato]
Homer: oh! Boe! [sorride sollevato] Grazie al cielo sei qui, vogliamo entrare a farci una bella bevuta!
Lenny: abbiamo abbattuto la porta sul retro, ma dietro ce n’era un’altra di ferro!
Boe [scuotendo la testa]: bene, sturatevi le orecchie! Questo è il giorno in cui le bevute e i miei affari vanno a gonfie vele, chi si deve mettere al volante e quindi non beve?
[due tizi alzano la mano]
Boe: bene, smammate! Qui non c’è posto per gli spilorci!
[i tizi se ne vanno e tutti gli altri entrano nella taverna]

[diretta TV]
Brockman: una buona giornata a tutti voi in questo pomeriggio grigio e uggioso, qui Kent Brockman in diretta da Main street dove tutti oggi sono un tantino Irlandesi [ridendo] tranne naturalmente gli ambigui e gli astemi [nella produzione americana anzichè 'ambigui e astemi' Kent dice 'gay e italiani]!
[nella parata passa un carro con scritto 2000 anni di poliziotti Irlandesi]
Poliziotto1: avanti forza!
Poliziotto2: circolare, circolare, [facendo roteare il manganello e colpendo gente] lo show è finito gente
Poliziotto3 [anche lui colpisce gente facendo roteare il manganello]: non c’è niente da vedere

[In mezzo alla folla che guardano la parata ci sono Bart, Marge (coi capelli verdi) e Maggie, dietro di loro il Dr. Hibbert e consorte]
Marge: le parate mi suscitano tante emozioni, gioia, entusiasmo, ammirazione…
Bart: mamma, posso comprare una tromba di plastica? [indicando col dito]
Marge: oh, Bart, le abbiamo già comprate in passato e tu lei hai gettate fuori dal finestrino dell’ auto…
Bart [sospirando]: a volte stufano, ma questa volta non succederà. [e corre via]
[la parata continua e Bart sta passando in mezzo alla gente con la sua nuova tromba di plastica]
Bart [parlando dentro la tromba]: bibip! Fate largo! Evitate l’urto o rimarrete all’asciutto [prendendo contro un sacco di gente, fermandosi davanti ad un tizio in evidente sovrappeso] auuuua! Il proprietario di questo grande sederone me lo può togliere dalla faccia?

[intanto sull’ impalcatura di canale 6 gente ubriaca si arrampica e raggiunge Kent Brockman in diretta TV]
Ubriaco1 [arrampicandosi]: saliamo tutti su!
Ubriaco2 [entrando nello schermo a fianco di Brockman]: ciao mamma, sono in TV!
Ubriaco3 [sbucando a testa in giù dietro Brockman]: hey dov’è quella pupa del meteo?
[altri due ubriachi spuntano alla destra e alla sinistra di Brockman]
Ubriaco4: oh! Questa si che è una festa da sballo!
Ubriaco5: hey! [rivolto a Kent Brockman, dandogli pacche sulla spalla] per caso hai visto Sally?
Brockman: hey, andate via di qui! [dietro di lui si comincia a fare a cazzotti e intanto uno gli ruba una matita] hey, quella matita mi serve! [rivolto agli spettatori] Signori e signore quello che state vedendo è una totale mancanza di rispetto verso la festa di S.Patrizio! Tutto questo bere questa violenza e distruzione…questo ci viene in mente pensando agli Irlandesi?

[continua la parata, e passa il carro degli sbronzi romanzieri Irlandesi di Springfield, sui quali vengono laciate bottiglie di birra…loro scendono e cominciano a fare a pugni con la gente. Intanto scoppia l’entrata del 'Jhon Bull’s fish & chips', la gente si gira, esulta e…scoppia la rissa!]
Bart: hey! [passando in mezzo alla folla impazzita con la tromba in aria parlandoci dentro] fate largo! Piano con le gomitate!
Lenny: hey gente! guardate! Birra gratis! [indicando il carro della duff, sul quale attraenti signorine in costume sparano birra attraverso un cannone sulla folla]
Krusty: spalancate le fauci ragazzi!
[e tutti aprono la bocca…ma la cascata di birra cade proprio dentro la tromba di Bart che sta passando di lì, e senza accorgersene la beve tutta]
Bart: hey [prendendo aria] ma che diavolo…[cambia improvvisamente faccia, occhi gonfi e corpo storto…è ubriaco!]
Apu [ubriachissimo]: tutti! Spogliatevi tutti! Avanti, bando alla vergogna e sarà gran goduria!
Kirk van Houten: e perché no? [togliendosi la camicia] questa faccenda è appena all’ inizio!
Signora anziana [gridando]: fermate i festeggiamenti! Quel ragazzino è ubriaco! [indicando Bart che barcolla in mezzo alla strada]
Bart [sopra di lui lo striscione: buon S. Patrizio]: ciuccia-tevil cal-zino!!
[la folla impressionata]
Apu [tornato sano]: questo essere scandalo!
Persona della folla1: guarda, è terribile!
Persona della folla2: è da non crederci!
Milhouse [insieme ad altri due suoi compagni alzando la braccia]: evviva Bart!

[La taverna di Boe intanto pullula di gente che festeggia e sono appesi striscioni di qualsiasi tipo: l’Irlanda per sempre, baciami sono Irlandese]
Homer [urlando con una botte di legno in testa]: guardatemi, sono il primo ministro dell’ Irlanda!
[tutti ridono]
Boe: hey Homer [indicando la televisione] non è tuo figlio quello in TV?
[Homer gira la botte fino a quando non trova un buco e ci guarda attraverso]

[nella televisione, scena muta. Bart che barcolla in mezzo alla strada e il titolo sotto di lui dice: TG6 bambino in diretta TV]
Bart [parlando verso la telecamera]: che cosa state guardando? Hic!
[da dietro Marge, infuriata e imbarazzata, toglie Bart dallo schermo, e finisce il servizio]
Brockman: che cosa state guardando? Parole innocenti di un bambino ubriaco! Beh, te lo dico io cosa stiamo guardando giovanotto: una città impazzita, [l’immagine si allarga e la famiglia Simpson e seduta sul divano che ascolta] una città la cui coscienza è stata sepolta da un’ondata di birra e vomito verde!
Bart [alzandosi]: vado da Boe a farmi un paio di birrette…
Homer [seguendo Bart]: vengo con te…
Marge [tirandoli tutti e due per la maglia]: no! Basta col bere! Verrò considerata la madre peggiore del mondo!
Homer: oh! Tesoro, non sei la madre peggiore del mondo… che dire di quella che ha infilato i famigliari nel congelatore?
Marge: mmmmh!
[intanto la voce di Brockman dalla TV…]
Brockman: ma qual è la soluzione? In questa città siamo talmente poveri di idee da dover riesumare l’antiquata legge del proibizionismo? Canale 6 dice di sì.
[Homer spegne di colpo la TV]
Homer: proibizionismo, ah! Ci hanno provato nei film e non ha funzionato. Io predico che questa è l’ultima volta che sentiremo parlare di proibizionismo…

[folla di gente che protesta, tra cui Maude Flanders ed Helen Lovejoy, in un'aula di tribunale]
Folla: vogliamo il proibizionismo! Voglio il proibizionismo!
Quimby: bandire l’alcol? Non direte mica sul serio? Ha un sapore superlativo, fa sembrare le donne ancor più attraenti, e rende le persone virtualmente invulnerabili alla critica!
Helen [piangendo]: uooh…perché, perché nessuno pensa ai bambiiini?
Maude: che razza di esempio stiamo dando?
Winchester: signore, vi prego, tutti i nostri padri fondatori, gli astronauti e i campioni di bes-boll, si sono dati o all’alcol o alle gambe…
Signore Anziano: eh eh ehm, un momento, guardate qui [soffiando su un foglio pieno di polvere] dai registri di Springfield, pare, che la legge sul proibizionismo esista da 200 anni, [avvicinandosi] solo che non è mai stata applicata…
Winchester [mentre gli altri dietro farfugliano]: sparisci subito di qui, vecchiaccio!
Signore anziano: esiste, inoltre una legge che dice che le anatre devono indossare i calzoni…
Quimby [strappando il foglio dalle mani del vecchio]: fammi vedere! Che mi venisse un colpo! Calzoni lunghi!
Maude: leggi quell’altra, quella [lanciando un occhiata alla folla] per i non piumati.
Quimby: e con la presente le bevande alcoliche sono proibite, pena la catapulta…[incredulo] la catapulta?

[Prima pagina: proibito l’alcol a Springfield, barboni minacciano di lasciare la città. Il giornale è però in mano ad Homer svenuto sul tappeto di casa. La stessa sorte tocca anche a Barney e a Boe nella locanda]
[casa del dt. Hibbert]
Dr. Hibbert [nascosto dietro il giornale, dopo una piccola risata]: hai letto qui cara, dice…[toglie il giornale dalla faccia] O mio Dio...
[anche la moglie del Dr. Hibbert è sdraiata in terra svenuta]

[altro titolo di giornale. Oggi la città va a secco, barboni rimandano l’esodo]
[discarica di Springfield. Un camion della Duff vuota tutto il suo carico dentro una buca, che viene ricoperta di terra da una ruspa. I protestanti esultano felici]
Proprietario della Duff: oh! Non siamo preoccupati, i nostri clienti acquistano la duff per il suo gusto robusto, non per il suo contenuto alcolico. Predico che le vendite della nostra nuova Duff 0 analcolica saranno maggiori delle vendite precedenti.

[supermercato: il proprietario della duff sponsorizza il suo nuovo prodotto davanti a giornalisti che scattano foto]
Proprietario della Duff [nascosto dietro il giornale, dopo una piccola risata]: oh! Evviva! [alzando il pollice in segno positivo]

[davanti alla fabbrica della Duff…30 minuti dopo]
Proprietario della Duff [affranto]: questa è la mia fine [mentre appende un cartello che dice: fallimento].

[Strade della città. Uno striscione cita: Springfield pulita e sobria da 75 giorni. Homer cammina fischiettando sul marciapiede ed entra nella locanda di Boe…dove però è cambiata l’insegna: negozio di animali]
Narratore: località Springfield. Con il proibizionismo tornato in vigore il sonno della sobrietà è stato frantumato dal suo chiassoso vicino: il bar clandestino.
Homer [sedendosi a banco]: meno male che sei di nuovo in affari, Boe.
Boe: eh, già [servendo una birra] ce la siamo vista brutta amico, eh?

Narratore: chi erano i fornitori dell’alcol illegale? [Sullo sfondo una fila di camion si dirige verso] Gangster che trasportavano camion pieni di liquori di contrabbando, e gli uomini della legge [un camion si ferma di fianco ad una pattuglia] erano inermi.
Tony Ciccione [lanciando alcune mazzette di soldi nella macchina della polizia]: non avete visto niente!
Eddie: eh! eh! non capisco perché la gente parla sempre male della mafia.

[“Boe. Negozio di animali”. Dentro gente festosa che ride, balla festeggia. Al bancone anche il signor Burns e Smithers. Burney rutta ma l'immagine non è supportata dal suono, infatti si vede la bocca aprirsi ma non si sente il rumore del rutto. Entrano Maude, Helen e altra gente scoprendo il tutto. Il commissario Winchester sta ballando con una giovane signorina]
Signora anziana [urlando]: ma bravi!
Winchester: cacchio! Si mette proprio male, meglio sfoggiare il vecchio charme alla Winchester. [si avvicina ammicante alle signore]
Helen [urlando]: depravato!
Winchester: ahi ahi… mi suona proprio male!

[dal sindaco Quimby]
Helen: esigiamo un capo della polizia che faccia rispettare la legge sul proibizionismo!
Quimby [urlando e battendo le mani sulla scrivania]: esigiamo? Chi siete voi per esigere qualcosa? Sono io che gestisco la città, voi siete solo un branco di nessuno a basso reddito!
Collaboratore: ehm! Elezioni a novembre! Elezioni a novembre!
Quimby: Cosa? [sussurrando] ancora? Che paese del cavolo!

[Ministero del tesoro U.S.A.]
Narratore: Trovandosi sotto il dominio dei gangster dell’alcol Springfield ha mandato a chiamare l’unico uomo che possa ripulire la città…Rex Banner.
[Uscendo dal ministero del tesoro, Rex Banner legge con fare deciso un telegramma che cita: Springfield ha bisogno di lei! -sindaco Quimby Springfield-. Annuisce e legge un altro telegramma: Rex, Daisy ha avuto i cuccioli! -baci mamma- annuisce.]

[centrale di polizia. Calciando la porta, Rex Banner entra nella stanza dove Winchester e tutti gli altri stanno guardando rilassati lo show di Krusty. Sbatte in terra la televisione e con un calcio fa cadere dalla sedia il commissario Winchester]
Winchester [urlando]: hey, ma io quella la stavo guardando e su quella ci stavo seduto.
Banner: Rex Banner, ora questo dipartimento lo dirigo io. Winchester, sei fuori! Sospeso a tempo indeterminato!
Winchester: eh?
Banner [rivolgendosi ai tre collaboratori di Winchester]: dentro la camicia! Lucida quelle scarpe! Via il distintivo dalla bocca! Siete agenti di polizia! [girandosi verso Winchester] Beh, che stai aspettando? Che qualcuno ti dia il bacio di addio?
Winchester [molto triste]: eh… no, no, no, credo di no…[ed esce dalla porta]

[Banner si strofina le mani alzandosi da terra, dove ha appena issato un muro, comprensivo di cartelli, transenne e filo spinato]
Narratore: Rex Banner si avventò sui contrabbandieri come qualunque buzzurro si avventerebbe su un'aragosta.
[intanto arrivano 2 camion che inevitabilmente si stampano contro il muro… seguiti però da macchine che provocano un tamponamento a catena. Banner sorride soddisfatto]

[nel rifugio dei contrabbandieri, fa mitragliare tutte le botti di alcol del magazzino]
Tony Ciccione [sventolando una mazzetta di denaro]: come fa a sapere che non le piacciono le tangenti se non ne ha mai presa una? Tenga! [porgendogliela]
Banner [pesandola con la mano]: però… [sorridendo] mica male! [ritorna serio e urla] No, niente tangenti [buttandola via]!
Tony Ciccione: ok…ha vinto! D’ora in poi ci limiteremo al contrabbando di sigarette.
Banner: me lo auguro.

[casa Simpson. Il giornale titola: Banner bandisce bevande alcoliche]
Homer: pensavo che il proibizionismo fosse una cosa buona, la gente beveva di più e se la spassava molto di più! Ma senza la birra il proibizionismo non funziona.
[fuori dalla finestra della cucina passa Winchester, evidentemente malandato, e si ferma]
Winchester: hey, salve! Posso arrestare qualcuno di voi per qualche cosa?
Homer: no…
Winchester [molto triste]: oh, uffa! Io qui non ho più niente da fare. Eh, già! Ora che c’è Banner l’alcol e il crimine fanno ormai parte del passato…[molto abbattuto] e anch’io…
Homer [alzandosi da tavola deciso]: non sono cose da dire! L’alcol è una ragione di vita [dirigendosi verso la finestra] l’alcol è la mia ragione di vita! E intendo mantenerla!
Winchester: si direbbe che hai un piano amico mio…
Homer [minaccioso e felice]: può darsi, capo capetto… può darsi…

[sul divano]
Homer: dai su ragazzo! Pensa ad un piano!
Bart [a testa in giù appoggiato sulle mani che dondola]: ci sto provando!
Brockman: qui Kent Brockman. Sono alla fabbrica imbottigliamento Duff ormai chiusa, dove una persona misteriosa in abito scuro vigila solitaria…
[sullo sfondo si vede l’inconfondibile ombra di Barney che posa un fiore davanti ai cancelli chiusi della fabbrica]
Barney: Buurp!!
Homer [alzandosi dal divano]: ci sono! Noi usciamo Marge, se non dovessimo tornare vendica la nostra morte! [prende Bart per un piede e lo porta via]
Marge [dalla cucina]: va bene!

[discarica di Springfield. Homer e Bart hanno scavato una buca dove era stata sepolta la birra della duff]
Bart: wooow! [vedendo le botti] Accibriscola! Carichiamocele prima che se le ciuccino i topi!
Homer: giusto! Ora ricordati, non dire niente a nessuno, Niente a tua madre…niente a Rex Banner…niente a nessuno!
[caricano tutte le botti, chiudono il carrello attaccato alla macchina e se ne vanno]

[In macchina verso casa]
Homer: dehihi, Rex Banner! Che deficiente!
Bart: già! [indicando lo specchietto retrovisore] guarda come cerca la mira con quella stupida pistola!
[una sparo rompe il vetro della macchina di Homer. I due gridano spaventati e una sirena si accende! Inseguimento!]
Homer [sterzando]: tieniti forte figliolo!
[passano in mezzo ad un cimitero]
Bart [mentre salta nella macchina per le buche]: papà, buttare giù le lapidi porta jella!
Homer: davvero? Pensavo fortuna!

[Homer e Bart arrivano a casa sani e salvi, ma con la macchina distrutta. Marge li sta aspettando]
Marge [mentre salta nella macchina per le buche]: cosa vi è successo Homer? Che cos’hai fatto alla macchina?
Homer [scendendo dalla macchina e dirigendosi dentro casa]: niente!
Marge [dubbiosa]: non credo che prima avesse tutte le assi rotte…
Homer [urlando]: prima, prima…tu vivi nel passato Marge! Smettila di vivere nel passato!

[la mattina, Marge si sta dirigendo verso la porta della cantina per scendere a stendere i panni. La porta è però ricoperta di cartelli: 'do not enter'; 'no entre'; 'n'entrezpas'; 'eingang verboten' ed infine scritto con gli ideogrammi giapponesi]
Marge [dubbiosa]: ma che strano, una volta mi era permesso scendere laggiù!
Homer [rivolto a Marge, uscendo dalla porta con Bart, pieni di palle da bowling]: andiamo al bowling, se non torniamo, vendicare le morti!
Marge: come mai avete tutte quelle palle da bowling?
Homer: eh… [rassegnato] non posso mentirti Marge… arrivederci!
[la porta si chiude e la macchina fuori, sgomma. Marge è ancora di sasso]

[al bowling, Homer lancia la palla che finisce subito fuori corsia]
Bart: miseriaccia!! [segnando soddisfatto l’ennesimo 0 sul foglio] un’altra palla finita nel corridoio! Homer stasera sei proprio una schiappa!
Homer: già! Schiappo come una volpe!
[tutti e due ridono e si danno un 5. La palla nel frattempo finisce dentro un sistema di tubature situato sotto terra che le fa arrivare direttamente alla taverna di Boe]

[Taverna di Boe. Boe è appoggiato al muro con le braccia conserte ed una faccia annoiata. D’improvviso di fianco a lui esce una palla da bowling!]
Boe [prendendo la palla e togliendo un piccolo tappo da uno dei fori]: ecco a te Barney, sono 45 dollari.
Barney [occhi sbarrati]: 45 dollari? Spero per te che sia la migliore birra del mondo…[beve] ti è andata bene!
[Barney porge i soldi a Boe che li rimette nella palla da bowling e chiude col tappo]

[al bowling Homer riceve la palla con dentro il denaro]
Homer: vedi bacarospo…[contando i soldi e rivolgendosi a Bart] i veri soldi sono nel contrabbando, non nel tuo vandalismo infantile.
Bart [affranto, con la faccia di chi ha capito di aver commesso un errore]: è vero! Quante notti sprecate!

[in un locale del centro]
Eddie: c’è qualcosa che non va capo?
Lou: ha toccato a malapena la sua banana bum bum…
Banner: questo non è un compleanno felice per Rex Banner.
[toglie il piatto gigante di gelato che ha davanti, mostrando un articolo ai suoi colleghi. L’articolo dice: Barone Birra batte Banner. Intanto da fuori si sente una voce stonatissima che canta e Barney spunta dall’angolo della strada, proprio di fianco ai poliziotti seduti coMaudeamente al tavolo. Si ferma, barcolla e fa un passo indietro]
Barney [bussando al vetro evidentemente ubriaco, e appoggiandosi strisciando la faccia]: salve pesciolini….buuurp!
[Banner tira un cazzotto al vetro e lo rompe]
Banner [tirando per la maglia Barney]: senti spugna, te lo dirò in modo chiaro e semplice: dove hai sgraffignato lo spirito? Qualche bettola occulta sta spillando birra aum aum?
Barney [sorridendo]: che?

[casa Simpson. Homer esce dalla cantina con la solita cariola piena di palle da bowling]
Homer [rivolto a Bart]: aspetta un momento, mi sono dimenticato di vedere se c’è via libera…ah, sicuramente è libera, andiamo.
[due passi più avanti Marge e Lisa sono ferme a guardarlo. Homer si spaventa e fa cadere la cariola. Le palle si stappano e la birra si sparge sul pavimento. Ne raccoglie subito una e se la stringe a lui]
Marge [incredula]: birra?
Homer: posso spiegare, Marge, ti prego lasciami spiegare…[piangendo] perché non mi lasci spiegare?
Marge: sei tu quello di cui parlano i giornali! Quel misterioso Barone Birra che rifornisce Springfield di alcol…[urlando] dimmi come riesci a farla franca!!
Homer: ehm… posso spiegare, ricordi? Riempio le palle con la birra trovata nella discarica e poi le tiro al bowling e una rete di tubature sotterranee le fa arrivare da Boe…
Marge: papino…[sorridendo] sei proprio un genio!
Homer: eh?
Lisa [urlando]: mamma!!
Marge: beh, è vero, da quando lo conosco questa è la cosa più geniale che abbia fatto. Sta solo infrangendo una stupida legge di 200 anni fa!
Homer: è davvero stupida Marge! E guarda tutti i soldi che ho guadagnato [sventolando il malloppo]
Marge: oh!
Lisa: mamma! [arrabbiatissima] Il proibizionismo sarà pure impopolare, ma è una legge! E noi…
Marge, Homer e Bart [contemporaneamente]: vai in camera tua Lisa! [indicando il piano di sopra]

[“negozio di animali di Boe”. Dentro sembra non sia cambiato niente, musica, gente che beve. Il commissario Winchester è seduto a banco sporco e malvestito. Bussano ripetutamente alla porta.
Boe si avvicina e guarda chi è dallo spioncino.]

Banner: apri, riccetto! [fuori ci sono altri 10 poliziotti armati] Questa è una retata…
Boe: una retata? Riccetto? [sorridendo nervosamente] eh…va bene, va bene [allungando la mano per tirare una leva e parlando per prendere tempo] io proprio non capisco, cosa pensiate di trovare [intanto il bancone assieme al resto del bar sta girando trasformandosi in un negozio di animali] in un semplice negozio di animali…
[Boe apre la porta e fa segno a tutti di nascondere i bicchieri dietro la schiena. Banner entra]
Banner: negozio di animali eh? Beh, ho solo una domanda: [si gira di scatto puntando il dito contro Boe] che razza di negozio di animali è pieno di bifolchi e assordante musica jazz all’ 1.00 di notte?
Boe: ah…[evidentemente in difficoltà con una mano sulla testa] sì… Già! Il miglior negozio di animali della città!! [sorridendo soddisfatto dalla sua risposta]
Folla [alzando tutti i bicchieri in segno d’approvazione]: Sìììì!
[Banner si gira verso la folla e i bicchieri spariscono immediatamente]
Banner: e va bene…[puntando il dito] ma ricordatevi gente, le tartarughine e gli alligatorini potrebbero sembrare animali domestici…ma crescono! [rivolto agli agenti] Andiamo ragazzi!
[Escono. Boe chiude la porta e tira di nuovo la leva. Il bar ritorna a posto con Barney ancora seduto a banco]
Barney: ahia! [con la maglia tutta strappata, lamentandosi] Quegli ingranaggi laggiù fanno male…

[Banner guarda la città dall’alto di un monte]
Banner: Barone Birra, [sussurrando] sei là fuori da qualche parte e io ti troverò… lo giuro!
[si sente la voce di Homer provenire dalla città come un eco]
Homer: non ci riuscirai…
Banner [indispettito]: e invece sì!
Homer: invece no!

[Siamo davanti casa Simpson. Homer sta rientrando in casa con un cappello in testa e le scarpe lucide]
Narratore: località: Springfield. Il famigerato Barone Birra continua a prendersi gioco delle autorità pavoneggiandosi con un nuovo cappello alla moda, sembra dire: “guardami, Rex Banner ho un cappello nuovo”
[nello scantinato]
Homer: hey ragazzo, datti da fare [Bart è intanto a riempire le palle da bowling con un imbuto] Boe ha aumentato gli ordini a 20 palle a sera!
Bart [girandosi verso Homer]: emh…papà…
Homer: chiamami Barone Birra.
Bart: tutta la birra della discarica è finita, Barone Birra, [indicando tutte le botti vuote] addio affari!
Homer [tristissimo]: ma non posso essere all’asciutto di birra… io sono il Barone Birra…
[si aprono le porte dello scantinato]
Boe: Homer, i miei clienti stanno diventando sobri, non sono di certo lì per guardare le pareti, mi devi fornire altra birra!
Homer: mi dispiace, è esaurita! Oh, che ne diresti di un po’ di trementina, oppure di silicone… dell’ottimo silicone!
Boe [urlando]: senti: trovala, comprala, producila…non mi interessa! Basta che me la rimedi alla svelta! [chiudendo e facendo sbattere le porte]
Homer: produrla…[soddisfatto dell’idea] mmh…

[siamo all’ ingresso di un centro commerciale dove l’insegna dice: magazzino casalinghi la vostra super super bottega bottega. All’interno, Homer, si trova in un negozio di sanitari]
Homer: 42 vasche da bagno!
Commesso: oggi c’è l’offerta: 50 vasche 3000 dollari!
Homer [pensando di essere fregato]: ho detto 42!

[casa Simpson. Lo scantinato è pieno di vasche da bagno, contrassegnate da cartelli: rye, gin, beer, cognac, 12 year old scotch, pinacolada. Marge e Lisa scendono le scale. Homer e Bart stanno mescolando la brodaglia dentro le varie vasche]
Lisa: adesso ti sei messo pure a produrre alcol, questa è una cosa ancora più illegale di quella di prima…
Homer: dehihiho! Ricorda tesoro stiamo infrangendo una legge ingiusta! Siamo dei patrioti, come… tutte quelle persone in galera…eh?

[alla locanda di Boe sono tutti tristemente appoggiati al banco. Boe è imbarazzato. Si sente un rumore e arriva una palla da Bowling. I clienti esultano]
Boe [stappando e annusando la palla]: chi vuole un whisky…da bagno?
[alzano la mano 3 signori vestiti di bianco, che sembrano venire dal passato]

[intanto per le strade della città Rex Banner e i suoi agenti sono di pattuglia. Passa Ned Flanders]
Banner [prendendo Ned per la maglia]: sei tu il Barone Birra?
Ned [sorride imbarazzato]: ahah…se intende lo sciroppo al luppolo, mi ritengo colpevole, colpevolino, colpevoletto, vostro onore!
Banner: non è il Barone Birra [sussurrando rivolto agli agenti] però sembra brillo… dentro!
[gli agenti portano via Flanders. Intanto passa l'Uomo-fumetti]
Banner [prendendolo per la maglia]: sei tu il Barone Birra?
Uomo-fumetti: certo! Ma solo di notte! Di giorno sono un reporter mansueto di un grosso giornale cittadino!
Banner: non fare lo spiritoso con me, lardoso!
Uomo-fumetti: lardoso? Oh, [guardandosi] sì, lardoso…
[Homer e Bart passano davanti a Banner con un carretto]
Homer: hey Banner, come va la vita?
Banner: non sono affari tuoi [continuando a tenere l'Uomo-fumetti per la maglia e senza nemmeno girarsi]

[nello scantinato Homer e Bart sono sempre intenti a mescolare. Quando uno degli alambicchi scoppia. Homer e Bart spaventatissimi urlano e subito arriva Marge di corsa]
Marge [preoccupata]: che caspiterina è successo?
Bart: uno degli alambicchi…
Homer [tappando la bocca a Bart]: niente Marge, dev’essere quel fagiolo che ho mangiato a cena, sai…

[più tardi, Homer e Marge sono a letto che stanno leggendo, e degli scoppi continuano a provenire dallo scantinato]
Homer [cercando di coprire i rumori]: babum! oh…scusami ancora…
Marge: Homer, [un po’ arrabbiata] non ha alcun senso fingere che sei tu a fare quei rumori. Il tuo liquore sta esplodendo di nuovo?
Homer: cosa cara? [altro scoppio] bababum!
Marge: hai guadagnato dei soldi e ti sei divertito ad essere un criminale ricercato… smetti finchè sei in tempo!
[altro scoppio]
Homer [rassegnato]: bum! [alzandosi dal letto e uscendo dalla stanza] Torno subito…
[un rumore fortissimo fa tremare Marge nel letto e Homer grida. Marge spaventata corre alla finestra, Homer ha preso fuoco e sta correndo nel giardino]
Homer [correndo in cerchio]: aaah! [rotolandosi a terra] Come scotta, come scott, come sco…aaah, scotta scotta! [finalmente riesce a spegnersi, e guardando in alto inginocchiato a terra si rivolge a Marge in modo pacato] Ho riflettuto su quello che mi hai detto tesoro e ho deciso di smettere.

[Homer sta camminando sul marciapiede e conta i soldi che ha guadagnato]
Homer: ah beh! La pacchia è finita, ma ho ancora i miei meravigliosi quattrini…
[dall’angolo spunta Winchester con una pistola e minaccioso, la punta verso Homer]
Winchester: mani in alto!
Homer: oibò! Che ti è successo Winchester? Hai una brutta cera…
Winchester [sempre minaccioso]: lascia perdere la mia cera, me li dai questi verdoni sì o no?
Homer: beh, penso proprio di no…ti manca pure il grilletto su quella cosa [indicando la pistola].
Winchester: già…ho dovuto vendere il grilletto e una parte dell’impugnatura per sfamare la mia famiglia…[arrabbiato] forza! Molla la grana, posso comunque tirartela in testa! Attenzione!
Homer [rattristato]: povero Winchester…
Winchester [stupito]: povero Winchester?
Homer: scommetto che lo odi da morire Rex Banner, vero?
Winchester: eh? Chi?
Homer: quello che ti ha fregato il posto!
Winchester: ah…già…[arrabbiatissimo] più di qualunque altra cosa al mondo!
Homer: hey, che ne dici di screditarlo con le sue stesse armi? eh?
[sorridono entrambi in modo malizioso]

[Rex Banner sta tenendo un discorso davanti alla folla di protestanti che esulta]
Banner: sono lieto di comunicarvi che il flusso del liquore illegale si è prosciugato, l’ubriachezza pubblica ha cessato e quelle misteriose nuvole di liquore che ci sovrastavano si sono dileguate! Cittadini [gridando] Rex Banner ha vinto la vostra battaglia contro l’alcol! [sbattendo i pugni]
[la folla esulta e qualcuno, forse Lenny, chiede 'che fine ha fatto il Barone Birra']
Banner: sospetto che fosse solo un’invenzione dei mass-media. L’idea che qualche criminale potesse operare sotto il mio naso è risibile [sbatte i pugni deciso e scoppia in una forzata risata]. Grazie della collaborazione.
[appare la faccia di Kent Brockman]
Brockman: in diretta da Evergreen Terrace. Ho appena appreso che l’ex commissario Winchester ha catturato il Barone Birra!
[la folla è incredula e qualcuno si chiede “hanno catturato Homer?”. Rex Banner è allibito]

[Nello scantinato dei Simpson, il commissario Winchester sta tenendo un’intervista. Ai suoi lati Homer e il sindaco Quimby]
Winchester: …poi le palle da bowling riempite di alcol viaggiavano attraverso una rete di tubature sotterranee, per sfociare alla fine ad un vicino bar clandestino.
Homer: hai dimenticato una cosa Winchester…
Winchester: ah, sì? Quale?
Homer: ho riempito le palle con un imbuto!
[vengono scattate foto dove Quimby e Winchester si stringono la mano]
Marge [rivolta a Homer]: il tuo è stato un gesto molto carino nei riguardi del povero Winchester, ma a te cosa succederà?
Homer: oh…[tranquillissimo] probabilmente solo uno schiaffetto sulle mani!

[Homer è sulla catapulta, legato]
Signore anziano: e colui che violerà questa legge sarà punito con la catapulta.
Homer [rivolto a Winchester, mentre cerca invano di liberarsi]: questa volta è l’ultima volta che t’aiuto!
Winchester: scusami Homer, credevo che ti beccassi una multa o al massimo 3 o 4 anni di galera!
Banner: fermi tutti!! Questa macchina ha 2 secoli di vita. Sarà meglio collaudarla!
[Homer viene tolto dalla catapulta e al suo posto viene messo un gatto. Banner tira la leva, e il gatto sparisce con un miagolio straziante che si allontana immediatamente]
Banner: ok! Procediamo!
Marge [urlando disperata]: fermi!! Fermi!! Non potete fare questo! Mio marito non ha fatto altro che violare una legge priva di ogni senso, ammetto che recentemente sono diminuiti sia gli incidenti d’auto e le risse, ma il proibizionismo ci è costato la nostra libertà! La libertà di bere!
[la folla esulta]
Banner: aspetta un momento fanciulla. Non spetta a noi scegliere a quale legge ubbidire! [girandosi e rivolgendosi alla folla] Se così fosse, ucciderei tutti quelli che mi guardano storto! [salendo sulla catapulta] Le nostre leggi sono in vigore per un motivo…
Winchester [rivolto al suo collega poliziotto]: guagliò, rispediscilo a mammà!
[il poliziotto tira la leva e Banner sparisce in cielo urlando. Silenzio]
Quimby [gurdando in cielo]: questo non era previsto! Bene risistemate la catapulta e facciamola finita!
[la catapulta viene risistemata e Homer sta per essere rimesso sopra]
Aignore anziano [ad alta voce]: un momento! Ho scoperto un altro paragrafo sulla pergamena: dice che la legge sul proibizionismo che entrò in vigore 200 anni fa, fu abrogata 199 anni fa!
Qumby [prendendo la pergamena dalle mani del segretario]: liberate il prigioniero!
[Homer viene liberato e felice riabbraccia Marge]
Quimby [rivolto ad Homer]: a nome di tutti i cittadini vorrei scusarmi e chiederti: quanto ci vorrà per inondare nuovamente di alcol questa città?
Homer [sorridendo]: spiacente, quello non è più il mio campo, caro!
[Tony Ciccione spunta dietro al sindaco]
Tony Ciccione [appoggiando una mano sulla spalla di Quimby]: 4 minuti!

[5 minuti dopo]
Narratore: e così il breve flirt di una città con il proibizionismo, finì con una gioiosa riconciliazione con madame alcol. Congratulazioni Springfield, ti auguriamo ogni bene!
[le strade sono stracolme di gente con boccali di birra in mano. Homer padroneggia in pide sopra un carico di birra]
Homer [alzando il boccale al cielo, con voce piena e decisa]: all’alcol: la causa di... e la soluzione a… tutti i problemi della vita!
[la folla esulta con i boccali al cielo]


[un caloroso ringraziamento a Bland]