Ricerca:
                                                                                                                                                                                                  In questo periodo I Simpson non sono trasmessi su nessun canale televisivo Italiano, visita sempre l'Hoemrata e iscriviti alla NewsLetter per restare sempre aggiornato.                                                                                                                                                                                                   
il cartone il film il cartoneil cartoneextras

HOMEPAGE > IL CARTONE > EPISODI CAPSULA

Capsula

Maxi Homer [3F05]

Capsula dell'episodio

fiogf49gjkf0d
[Smithers davanti alla porta del bagno degli uomini della centrale nucleare di Springfield accompagnato da due tirapiedi]
Smithers: avanti Simpson apri! lo sappiamo che sei lì dentro.
[I tirapiedi sfondano a calci la porta d’ingresso]
Smithers [guardando sotto le porte dei bagni]: mh è li.
[I BodyGuard sfondano la porta]
Homer [con tono spaventato]: uh! è occupato.
Homer: [trascinato via dai BodyGuard, urlando e scalciando come un bambino]: no per l’amor di Dio no!
Smithers: non ho mai visto nessuno arrivare a tanto pur di non fare un po’ di ginnastica tonificante.

[nel cortile della centrale Mr. Burns sta facendo fare ginnastica a tutti i dipendenti parlando da un megafono]
Mr. Burns : 1 2 3 4 … 1 2 3 4
Homer [in mutande traballando]: uh oh oddio.
Carl: questo nuovo programma d’esercizi è grandioso.
Lenny: già ogni muscolo del mio corpo si sta allenando soprattutto la mia lingua lunga.
Homer: sì soprattutto la tua lingua lu…. Oh aspetta
Mr.Burns: Su la caviglia destra…. Aerare, su la caviglia sinistra aerare. Voglio vedere più Teddy Rooswel e meno Frenklyn Rooswel
Homer [con molto sforzo fisico]: uh ah 2
Lenny: a dire il vero Homer quello è solo 1. Vedi ogni flessione include uno alzarsi due abbassarsi.
Homer [cadenfo al suolo]: doh! [rialzandosi] ehi dov’è Charly? Come ha fatto a svignarsela.
Carl: oh è a casa per invalidità.
Lenny: già… si è fatto male sul lavoro e lo pagano per stare a casa [fa una pernacchia] è come una lotteria che premia la stupidità.
Homer: [con tono riflessivo e desideroso] Stupidità eh?

[Homer arriva in un cantiere sotto un’impalcatura con operai al lavoro sopra di lui]
Homer: Devo fare del male a me! Devo fare del male a me! Devo fare del male a me!
Homer [non riuscendo a farsi centrare da nessuno degli oggetti che stanno cadendo]: Doh!
Homer [guardando un operaio centrato da una carriola di mattoni]: Uhm forse è meglio che non mi abbia colpito.

[alla centrale Homer versa dell’olio sul pavimento e vi scivola sopra arrivando nell’ufficio di Burns]
Mr. Burns: si
Homer: salve
Mr.Burns: posso aiutarti?
Homer: potrebbe darmi una spintarella nella direzione opposta?
Mr.Burns: ok [spingendo Homer con un bastone]
Homer: grazie.

[nella sua postazione di lavoro Homer legge un libro dal titolo: sono un invalido?]
Homer: sindrome del tune... no no no no!, polmone del pompiere ... no! Disperazione del giocoliere ... no! Bacino bacato bacillante, no oh non sarò mai invalido, sono stufo d’essere tanto sano.
Homer [voltando la pagina del libro]: ehi! Ehi un momento [leggendo] Iperobesità. Se pesi più di 130 chili sei qualificato invalido. [smettendo di leggere] oh che bello!

[viene visualizzato un sogno in cui Homer è ai piedi di una montagna con in cima l’obesità e un cartello indica strada per il successo, ad un lato è presente un maiale ben vestito]
Maiale: puoi farcela vecchio mio!
Homer: si posso!
[Homer si mette a correre lungo la strada ma ad un certo punto torna indietro e addenta un braccio del maiale]
Maiale: sì questo è lo spirito giusto

[Nel salotto di casa Simpson Homer illustra il suo piano a Bart]
Bart: se aumenti di 30 chili, ti faranno lavorare a casa?
Homer: ahhà è questo il patto niente più programma d’esercizi, niente più traffico, niente più campagna pro donatori sangue o maratone di beneficenza.
Bart: papà so che non facciamo molte cose insieme, ma aiutarti a metter su 30 chili è una cosa che non mi voglio perdere.
[Lisa gira di scatto il sacco-poltrona sul quale siede leggendo un libro]
Lisa [con tono irritato]: papa!
Homer [urlando spaventato]: ah!
Lisa: devo protestare, stai abusando di un programma destinato ai derelitti.
Homer [ridendo]: non sto dicendo che non è una cosa ripugnante tesoro ma cerca di vederla dal mio punto di vista per tutta la vita sono stato un uomo obeso intrappolato nel corpo di un uomo grasso.
Lisa [con tono inquisitorio]: l’hai già detto a mamma?
Homer: no, la preoccuperebbe soltanto, se vuoi aggiungerle altre preoccupazioni diglielo pure. Vuol dire che io le sono più grato di te per tutto quello che fa per noi.
Lisa: [con tono molto irritato] papa!
Homer: sì tesoro?
Lisa: l’obesità è davvero malsana te lo confermerà qualsiasi medico.
Homer. Ah si? Bene staremo a vedere miss saccentona.

[nello studio del dottor Hibbert Homer gli sta chiedendo di aiutarlo ad ingrassare]
dott.Hibbert [con tono molto stupito]: oh! Mio dio ma è mostruoso mai udito nulla di più autodistruttivo e io non voglio averci niente a che fare.
Homer: può consigliarmi un dottore che lo farebbe?
dott.Hibbert: certo!

[Homer si trova sul lettino nello studio del dottor nick che sta entrando]
dott. Nick: Salve a tutti!
Homer [assieme a Bart]: Salve dottor Nick!
dott. Nick: allora ci sono varie opzioni disponibili per individui pericolosamente sotto peso come lei Simpson. Nel suo caso consiglio vivamente un ingozzamento lento e costante unito all’orrizontologia chiappale.
Homer: Certamente!
dott.Nick [indicando una piramide degli alimenti]: dovrà concentrarsi sulle categorie di cibo di solito evitate, tipo la categoria pannosa, quella colesterolica e quella ciocco-eccezionale.
Homer: come posso fare per accelerare il tutto dottore?
dott. Nick: Un po di fantasia! Invece di preparare panini col pane usi strati di millefoglie, invece di masticare la gomma mastichi pancetta.
Bart: potresti lavarti i denti col frullato
dott. Nick [rivolto a Bart]: Ehi! Hai frequentato la facoltà di medicina all’università di Holliwood alta tu?.
dott. Nick: [mentre Homer e Bart lasciano il suo studio] e si ricordi, se non è sicuro di qualcosa la strofini contro un pezzo di carta, se la carta diventa trasparente l’alimento è adatto allo scopo. [salutando attraverso un pezzo di carta trasparente] arrivederci amici cari!

[supermercato. Un carrello finisce in strada dal parcheggio. Homer e Bart stanno comprando tutto il necessario per il loro piano]
Homer: oh… un sogno divenuto realtà ragazzo. Posso, no debbo mangiare tutto quello che ho sempre desiderato, forza muoviamoci, ogni secondo che passa fuori dal letto sono preziose calorie che bruciano! Ora saccheggiamo!
[riempiono il carrello d’ogni sorta di cibo ricco di calorie]

[la scena si sposta al bar dove Homer sta mangiando una grande coppa di gelato]
Bart [rimproverando Homer che mangia la frutta]: magia intorno alla banana, quelle sono vitamine inutili

[passa il tempo e aumentando di peso Homer si reca a comprare altri agenti ingrassanti]
Commesso [vedendo Homer con un vaso di pastiglie ingrassanti]: sei fortunato, questa roba non funziona.

[Bart e Homer sono al fast food e Bart offre al padre un hamburger]
Homer: non lo so! Pesce fritto ne sei sicuro?
[Bart strofina l’Hamburger contro la parete che diventa trasparente; Homer mangia l’hamburger]

[nel bagno di casa Homer si sta pesando]
Homer: oh 80 chili, significa che ho perso peso!
Bart: Homer stai sul portasciugamani.
[Bart sposta la pancia di Homer dal portasciugamani e la bilancia segna 296 libbre]
Homer: [eccitato e felice] yu-uh! Un altro po’ di chili e il mio sogno diventerà realtà: lavorare a casa!

[Homer nel suo sogno si vede mentre lavora in giardino e Marge gli porta da bere]
Marge: ecco la tua limonata ed ecco la tua birra!
[Homer prende la limonata e Marge gli si porta dietro la schiena]
Marge [con tono provocante]: oh!! Ma sei un vigoroso giovane rampante!! A quando la prossima pausa caffé?
Homer [con tono arrapato]: quando mi pare [baciando vogliosamente Marge].
Marge: ahahaha
[mentre Homer e Marge ballano in giardino Flanders rientra a casa sconvolto]
Flanders: Salve salvino
Homer [con superiorità]: ehi Flanders giornataccia in quel mondaccio cane
Flanders: già un pazzoide ha sparato ad un mucchio di gente e la metropolitana ha schiacciato il mio cappello.
[il sogno di Homer termina e si torna alla scena precedente, mentre Homer sta ballando]
Bart [rivolto a Lisa]: ehi Lisa vieni a dare un’occhiata!
Lisa [sghignazza]: che forza!
[Camera da letto, Marge è sdraiata, mentre Homer si reca a letto, inclinando lo stesso completamente dalla sua parte ]
Homer [mentre Marge gli precipita sopra]: oh ciao tesoro!
Marge: ciao [con tono imbarazzato] c’è una cosetta che volevo chiederti da qualche giorno. Hai messo su qualche chiletto questa settimana?
Homer: volevo farti una sorpresa, ma va al diavolo! Tesoro, to aumentando di proposito di 25 chili per ottenere l’invalidità, capito?
Marge [stizzita]: Ma sei uscito di senno non hai pensato alla tua salute? al tuo aspetto estetico?
Homer: oh allora le cose stanno così eh Marge? L’estetica! Non sapevo che tu fossi così superficiale!
Marge: oh ti prego, io ti amerei anche se tu pesassi 500 chili
Homer [tagliando il discorso a Marge]: fantastico buona notte!

[Homer si sta pesando manca un chilo al raggiungimento della soglia d’invalidità]
Homer [triste]: oh 15 minuti per mettere su un altro chiletto o mi tocca affrontare un altro giorno di lavoro.
Bart: brutte notizie papà, non c’è più cibo neanche gli alimenti più elementari, ti sei finito tutto l’estragone e anche la salsa di soia.
Homer [sconsolato]: mi serve un miracolo
[Maggie crea una ciambella col pongo e la porta a Homer]
Homer [triste]:
oh tesoro! Sembra proprio una vera ciambella!
Bart [con tono d’incitamento e leggendo l’etichetta sulla scotola del pongo]: papà c’è scritto non tossico.
Homer [mangiando il pongo]: tanto meglio così rospetto.
[la bilancia scatta sopra la soglia necessaria]
Homer [felicissimo]: yu-uh ce l’ho fatta!
Bart [con tono dimesso]: papà il portasciugamani
[Homer sposta la sua ciccia e la bilancia sale di 15 chili]
Homer [sorridendo imbarazzato]: ce l’ho fatta santo cielo.

[nel salotto di casa Simpson Mr. Burns tiene una conferenza per la consegna del computer a Homer]
Mr.Burns : sono lieto di offrire questo terminale per lavoro a distanza. Il nostro ispettore alla sicurezza potrà compiere il proprio dovere da casa. Perciò sempre più in alto signor… signor…
Mr.Burns [all’orecchio di Smiters]: come si chiama questo gasteropode?
Smiters: Simpson umidifica sedie del settore 7G signore.
Mr.Burns: già Simpson
Homer: la ringrazio per la pietà
Lisa [rivolta a Marge]: mamma non ti è mai passato per la mente di porre fine a questa storia?
Marge: beh di solito le idee bislacche di vostro padre vanno a monte non appena trova qualcosa di bello in tv [con tono incredulo] ma in questo periodo…

[viene annunciato una prima pagina del giornale con un articolo dal titolo : Burns sopravvive all’incontro con obeso recluso]

[Homer si reca in un negozio specializzato nella vendita di abiti per extra ciccioni]
Homer: sto cercando qualcosa di ampio e vaporoso, qualcosa di comodo per il mio primo giorno di lavoro.
Commesso: mi lasci indovinare programmatore di computer? cronista di riviste di computer? Qualcosa che concerne il computer?
Homer: beh, uso un computer.
Commesso: già ecco la relazione: vita sedentaria e spuntini. Bene signore molti nostri clienti trovano i pantaloni troppo costrittivi perciò noi offriamo una vasta gamma di alternative per il signore abbondante: Pancho, Snomo, Mantelli , Tute, Drappi, Parei di monsone, Toghe per accademici e giuristi di chiara fama
Homer: non voglio sembrare un ghiribizzoso, mi accontento del muve.
[Homer esce dal negozio con addosso un vestaglia azzurra a fiori e un cappello bianco in testa]

[Camera da letto mentre Homer e Marge stanno ancora dormendo a un tratto suona la sveglia e Homer salta giù dal letto]
[Homer accende la radio]
Hernie Pay [alla radio]: state ascoltando Hernie Pay con Hernie e il via vai, questa mattina il traffico è furibondo a causa di un incendio al laboratorio analisi dell’esercito un gruppo di scimmie infette è fuggito e ha invaso la superstrada, nonostante il caldo torrido non abbassate i finestrini perché queste scimmie sembrano confuse ed aggressive
Homer [ridendo]: mi fanno pena quei poveri gonzi sulla superstrada, gas, freno, clacson, gas, freno, clacson, clacson, clacson pugno, gas, gas, gas.

[Homer si reca al terminale in salotto e guardando l’orologio]
Homer: 8.58 è la prima volta che sono in anticipo al lavoro tranne quando si rimetteva l’ora legale [con tono scocciato] o ma maledetti contadini.
Homer: [leggendo al terminale] per iniziare premere un tasto qualunque; dov’è il tasto qualunque? Io vedo esc, catrl, PgUp. Pare che non ci sia la chiave qualunque. Oh! Tutto questo scervellarmi mi farà venir sete, credo che mi berrò un tab.
[Homer preme il tasto TAB]
Homer: oh! Non c’è tempo per questo il computer è in funzione. [leggendo al terminale] controllare temperatura nocciolo? Si... si, no… si!
[Homer preme si]
Homer [leggendo]: temperatura nocciolo normale. Uhm niente male
Homer [leggendo]: sfogo gas radioattivi? enne o [leggendo] sfogo anti esplosione.
Homer [ridendo istericamente]: bel sistema, questo è difficile dov’è il mio tab? e va bene. Allora sfoghiamo questo stupido gas.

[il gas viene sfogato nel campo di un contadino]
Contadino [disperato]: oh no, il granturco. L’uomo del monte mi segherà tutte e due le gambe.

[Homer lavora al computer mentre passano Lisa e Bart]
Homer [cantando beffardamente]: Bart e Lisa vanno a scuola mentre io me ne sto a casa [fecendo versi di scherno]
Lisa: [scocciata] la scuola mi piace
Homer: allora perché non ci vai a vivere?
Lisa: [scocciata] lo farei se potessi!
Bart: a me no sorellina quando sarò grande voglio essere un lardoso mantenuto dalla cassa invalidi come il mio papone.

[Bart sogna se stesso da grande, ingrassato e immobilizzato in un letto]
Bart: [con tono stupido] mi lavo con uno straccio su un bastone.

[si torna alla vita vera e Bart imita se stesso nel sogno rincorrendo Lisa]
Lisa: ehy mamma tutta questa storia fa venire i brividi, sei sicura di non voler parlare a papà?
Marge: Io vorrei farlo tesoro, ma non so come, tuo padre è molto sensibile. Ricordi quando ho riso del suo cappello alla Sherloch Holmes, ha tenuto il broncio per giorni e poi ha chiuso l’agenzia investigativa.
Lisa: forse dovrai ferirei suoi sentimenti, più a lungo vive in questo modo più difficile sarà per lui tornare indietro.
Marge: umh hai ragione, forse se usassi un tono di voce meno stucchevole….[cambiando diverse intonazioni] Homer… uhm Homer… Homer! Eccolo è questo quello giusto va a chiamarlo
[Lisa si reca da Homer e con tono di voce colpevole]
Lisa: papa?
Homer: si tesoro?
Lisa: mamma ha appena fatto una torta [e si allontana correndo]
Homer [correndo in cucina con tono esaltato]: uh, uh dai
Marge [seduta al tavolo con tono deciso]: Homer noi dobbiamo parlare seriamente
Homer [sconsolato]: uh, e mi hai fatto venire fin qui dal lavoro per questo
Marge: vorrei che ora enunciassimo con calma e pacificamente i pro e i contro del tuo discutibile progetto. Tu vuoi!?!
Homer: io…
Marge [con tono deciso]: contro!!! Stai pregiudicando la tua salute
Homer: pro! Sono resistente alla carestia e alla siccità
Marge: contro! Stai dando un pessimo esempio ai tuoi figli
Homer: pro! Non devo recarmi al lavoro.
Marge: contro! Tieni accesa l’aria condizionata tutto il giorno, qui fa un freddo cane
Homer: pro! … ah… uh… ti amo
Marge [triste]: contro! Ho scoperto che sono meno attratta da te… fisicamente.
Homer [triste]: Marge, questo è tutto ciò che ho sempre sognato proprio qui [arrabbiato] e nessuno me lo porterà via, tu non hai mai avuto fiducia in me, ma lascia che ti dica il magro allampanato Homer che tu conoscevi è morto, ora sono un grosso ciccio bomba [con tono impaziente] e dov’è quella torta?
Marge: non c’è nessuna torta
Homer: oh

[Homer torna al lavoro con il suo computer]
Homer: sfogo gas radioattivo? esse i
Homer: suonare sirena allarme? esse i
[si sente la sirena della centrale suonare]
Homer [leggendo]: decalcificare condotte? [ride] si si dammi una s, dammi una [con tono sorpreso] ehi! Basta pigiare solo la s!
[Marge sta passando dietro a Homer per uscire di casa Homer si gira]
Homer [provocatorio]: ehi! Miss non mi trovi più sessualmente attraente. [compiaciuto] ho appena triplicato la mia produttività.
Marge: bene buon per te
Homer: [rimettendosi al lavoro] esse esse; vediamo tutte queste lettere fra cui scegliere scelgo esse, esse...
Homer [girandosi di colpo verso il cane]: che diavolo ci fai tu li, eh?
Homer [schiacciando il cane a terra]: argh ecco hai trovato il pavimento.
[Marge entra nella stanza]
[Homer urla spaventato e si rimette subito a computer]
Homer: es es es esse esse.
Marge [indispettita]: io esco ho molte commissioni da fare oggi.
Homer: potresti portarmi una limonata e una birra?
[Marge esce senza rispondergli]
Homer [trsite]: oh
[Homer si annoia davanti al terminale quando sente arrivare il postino]
Homer [eccitato]: uh la posta ecco la posta
[va a prendere la posta]
Homer [leggendo]: una petizione urgente del WWF, Lisa Simpson si può permettere di perdere un altro numero della rivista intelletto e conoscenza? [ride] ah questi ragazzi.
Homer [eccitato]: uh un campione gratuito di ammorbidente!?! Yuhu.
[Homer mette in lavatrice il suo cappello da ciccione e indossandolo dopo il lavaggio]
Homer [con tono compiaciuto]: uh li sento i tre tipi di morbidezza
Lisa [fuori campo]: papà che stai facendo laggiù?
Homer: lavando il mio cappello da ciccione tesoro

[Homer è in salotto mentre guarda la tv]
Speacker: [in televisione]: ed ora torniamo a: “la ricerca del sole”
attrice: secondo il testamento di papà io eredito l’intera piantagione .
attore: farò in modo che tu non abbia neanche un albicocca.
[Homer controlla la tastiera del computer con il manico di una scopa mentre bart, Milhouse, Nelson e Secco lo guardano dalla finestra]
Milhouse: che lavoro hai detto che faceva tuo padre?
Bart: è un tecnico addetto alla sicurezza nucleare
Nelson: che sta facendo con quella scopa?
Bart: cosa non sta facendo
Secco: con quelle chiappone la cosa che gli riesce meglio è stare seduto.
[risata generale dei ragazzi mentre entra in scena Lisa]
Lisa: ehi lasciante in pace mio padre, solo perché è in soprappeso non significa che è cattivo, è un uomo dolce e ha dei veri sentimenti.
Homer: hey rospini, rospini
Milhouse: ehy guardate sta cercando di venire a sgridarci.
Homer: perché io vi spacco la testa [picchiando il manico della scopa contro il vetro, ma stancandosi subito]

[Homer sta uscendo mentre rincasano Bart e Lisa]
Bart: ehy Homer non avevi promesso a mamma di non uscire con quel vestito?
Homer [con superiorità]: e chi se ne frega! Io me ne vado al cinema
Lisa: non dovresti lavorare?
Homer: ho qualcuno che mi copre
[viene inquadrato il picchio a dondolo che spinge il tasto y]

[Homer va al cinema]
Homer: uno per ulula grazie
Commesso: oh cacchio aspetti un momento devo controllare con il direttore.
[il commesso va a parlare col direttore]
Commesso [indicando Homer]: quel super ciccione vorrebbe vedere il film.
[il direttore va da Homer]
Direttore: sono terribilmente dispiaciuto signore ma non abbiamo attrezzature adeguate alla sue esigenze.
Homer [indispettito]: ma che sta dicendo?
Direttore: sto dicendo signore che un uomo della sua… stazza, non entrerebbe mai nelle nostre poltrone.
Homer: potrei sedermi nel corridoio
Direttore: temo che questo violerebbe le norme anti-incendio
Voce fuoricampo: ehi ciccione ho un film che fa per te: “L’uomo cannone di navarone”!
[risata generale]
Homer [sconsolato]: vergognatevi tutti ridatemi la mia dignità. sono venuto qui solo per vedere “Ulula se sei eccitato”
Direttore: signore se si calma un pochino vorrei offrirle un bidone dell’immondizia pieno di pop corn
Homer [arrabbiato]: questo potrà sorprenderla ma lei non riuscirà a comprarmi col cibo. Sono stufo con i vostri stereotipi e le battute da due soldi. Gli individui in soprappeso in questo paese sono altrettanto intelligenti, dotati di talento e grandi lavoratori come chiunque altro e faranno sentire la loro voce, hanno solo bisogno di un leader.

[Homer torna a casa]
Homer [stizzito]: lavorerò più sodo che mai e dimostrerò al mondo che le persone in soprappeso non sono indisciplinate, pigre e irresponsabili.
[guardando il picchio rotto vicino alla tastiera]
Homer: oh cos’è successo al mio picchio?
[guarda il monitor che indica una situazione critica alla centrale]
Homer [preoccupato]: oh, Marge? Lisa? Flanders? Esplosione imminente Oh mio Dio la centrale esploderà.

[la scena si sposta alla centrale dove Lenny e Carl passeggiano ai piedi del serbatoio che sta visibilmente per esplodere]
Carl: quel coso fa la cucaracha!
Lenny: che te ne importa è un problema di Homer.

[intanto a casa Simpson]
Homer: aspetta ci sono: sfogo gas! [preoccupato] oh pressione troppo alta! Serbatoio deve essere bloccato manualmente.
Homer: [sfogandosi con il picchio] o stupido picchio non avrei mai dovuto affidarti questo compito. Brutto mis.. che non sei… [deluso] oh ma chi sto prendendo in giro? è tutta colpa mia devo chiamare la centrale ed avvertirli
[Homer cerca di comporre il numero della centrale]
Voce al telefono: il dito usato per comporre il numero è troppo grasso. Per ricevere una speciale bacchetta per digitare si prega di schiacciare l’intera tastiera con il palmo della mano].
[Homer uscendo da casa di corsa]
Homer: sono costretto a bloccarlo da solo. [salendo in macchina] ciccia non tradirmi proprio ora. [le gomme esplodono sotto il peso di Homer]
[Homer cerca un altro mezzo di trasporto, ma non ne trova. Facendo l’autostop ferma un automobilista]
Homer [in preda al panico]: ehi amico devi vendermi la tua macchina, devi farmi entrare perché sono ciccione e non posso andare da nessuna parte, ci sarà una fuoriuscita di gas velenoso non è uno scherzo, davvero gas velenoso, tutti creperanno all’istante, specialmente io.
[l’automobilista spaventato se ne va sgommando mentre sopraggiunge il furgone dei gelati]
Homer: oh il gelataio.
Homer: [fermando il furgone del gelataio spaventato] amico devi farmi entrare nel tuo furgone, ci sarà una fuoriuscita di gas
Gelataio: [in preda al panico] prendi quello che vuoi amico, mangiati tutto.
[Homer si mette alla guida al posto del gelataio che abbandona il veicolo e si dirige verso la centrale]
[intanto alla centrale sono tutti intenti a fare ginnastica all’esterno nelle vicinanze del serbatoio]
Mr. Burns: fuori la balordaggine dentro l’amore.

[contemporaneamente per strada sul pulmino della scuola Lisa viene infastidita per la mole del padre]
Ralph: ho sentito dire che tuo padre è andato in un ristorante e ha mangiato tutto quello che c’era nel ristorante e hanno dovuto chiudere il ristorante.
Lisa: [seccata] ehi mio padre potrà anche aver messo su peso ma non è una specie maniaco divora cibo.
[intanto il pulmino viene affiancato dal furgoncino dei gelati guidato da Homer che sta mangiando un cono gelato]
Homer [assaggiando un gelato]: uhm, questo è al mirtillo
[Lisa mugugna sconsolata]

[la scena si sposta alla centrale dove Homer arriva con il furgoncino e sfonda la recinzione metallica]
[Gli operai, intenti prima a fare gli esercizi di Burns, corrono ora verso il furgoncino]
Mr. Burns: operai vi prego verrà il momento del carrettino dei gelati, mi dovete ancora dieci torsioni irochesi. [eseguendo un esercizio simile al tiro con l’arco] e dieci ahiaiaiai e nove ahiaiaiai.
[Homer continua la corsa con il furgone su un fumaiolo con degli operai appesi a cofano e portiere che vogliono un gelato]
Homer: levatevi dannazione, mettevi in salvo!
operaio 1: io prendo il razzo-bomba.
operaio2: cosa mi da per trenta centesimi?
Homer: lasciami devo arrivare al serbatoio.
[intanto ha un incidente durante il quale il furgone si ribalta, Homer riesce a tirarsi fuori e corre verso il serbatoio]
operaio 3 [guardando il furgone ribaltato su un fianco]: e come faccio a scegliere se non vedo le foto?
Mr. Burns: sei ahiaiaiai
[Homer si porta a fatica in cima al serbatoio dove si trova la leva di bloccaggio manuale]
Mr Burns: quattro ahiaiaiai
[Homer cammina spaventato sopra alla passerella in cima al serbatoio]
Mr. Burns: tre ahiaiaiai
[Homer continua a camminare verso la maniglia]
Mr.Burns: due ahiaiaiai.
[la passerella si rompe sotto il suo peso allontanando Homer dalla leva]
Homer: oh stupida manovella magari avessi la mia scopa piglia tutto.
Homer: aspetta un momento ci sarà senz’altro una…
[in quel momento il tappo del serbatoio non resiste alla pressione ed esplode, Homer viene investito dalla fuga di gas che lo proietta in aria. Ricadendo Homer si incastra al posto del tappo bloccando in questo modo l’uscita di gas]

[Homer viene premiato per il suo coraggio davanti a tutti i dipendenti della centrale]
Mr.Burns [dal suo palchetto piazzato sopra al serbatoio]: Homer la tua prontezza e il tuo coraggio hanno trasformato una potenziale Chernobyl in una pentola a pressione svalvolata. [mette una medaglia al collo di Homer che si trova ancora incastrato nella sede del tappo].
Lisa: non è ironico che papà abbia salvato la situazione mentre un uomo + smilzo sarebbe caduto in braccio alla morte?
Bart: è ironico che per una volta le chiappe di papà abbiano bloccato un’uscita di gas tossico
Marge: [con tono di rimprovero] Bart!!
Mr.Burns: ti faremo uscire di li non appena i nostri tecnici ti avranno decontaminato.
Homer: la ringrazio signor Burns [ride] è stato piuttosto spaventoso lassù [ride], per un istante ho temuto per la mia vita [ride]
[all’interno del serbatoio ci sono due tecnici in tuta anticontaminazione che sparano un getto su Homer per decontaminarlo.]
Mr.Burns: ascolta Homer se c’è qualcos’altro che posso fare per te ti prego, non esitare a chiederlo.
[Homer guarda la sua famiglia che lo ricambia con occhio sconsolato]
Homer: signor Burns può farmi diventare di nuovo magro?
Mr.Burns: [deciso] ah te lo garantisco.

[di sera fuori dalla centrale Mr.Burns cerca di far fare ginnastica a Homer]
Mr.Burns: uno, uno, uno [ma Homer non riesce ad eseguire la flessione]
Mr.Burns: [lanciando via il megafono] ci rinuncio, ti pagherò la liposuzione.
Homer: Yu-uh!


[un caloroso ringraziamento a ScaSpartacus]